#ChampionsLeague – Dynamo Kiev-Manchester City 1-3, Pellegrini vede i Quarti

dynamo-kiev-manchester-city_19674slwet0kf1pq1gdpc7ygqy

Va al Manchester City l’andata degli Ottavi di finale di Champions League. Gli inglesi di Pellegrini battono, in trasferta, 3-1 la Dynamo Kiev ipotecando il passaggio del turno.

Il match comincia con la grande pressione dei padroni di casa che stringono il Manchester City nella propria metà campo ma alla prima azione utile gli uomini di Pellegrini passano in vantaggio: al 15esimo, infatti, il Kun Aguero decide di salire in cattedra, scagliando in rete una sponda di testa di Touré. Il gol dello svantaggio è una doccia gelata per i padroni di casa, fino a quel momento padroni del campo. La reazione dei padroni di casa arriva al 32′ con Miguel Veloso, appena entrato al posto di Garmash, con un tiro da fuori che però non spaventa Hart. Risultato uguale, poco dopo, per Yaya Touré, la cui conclusione viene deviata in corner da Shovkovsky. I Citizens riescono tuttavia a trovare il 2-0 prima della fine della prima frazione; stavolta a finire sul tabellino dei marcatori è David Silva che finalizza un’azione iniziata da una bellissima giocata di Aguero. Proprio l’argentino, un attimo prima di rientrare negli spogliatoi, sfiora la doppietta, lasciando così il parziale sullo 0-2.

Come nella prima frazione, i primi 10 minuti del secondo tempo sono tutti a favore dei padroni di casa. Che, stavolta, riescono perfino a concretizzare le azioni. Al 58′, infatti, è la Dynamo Kiev ad andare in rete con Buyalskiy che riapre il match sfruttando una disattenzione di Otamendi. Con il gol dell’1-2 saltano tutti gli schemi tattici, la partita si fa avvincente ed emozionante. Entrambe le squadre non vogliono lasciare il campo da sconfitti, le difese sono costrette agli straordinari. Al 76′ il City sfiora il tris con Aguero, tre minuti dopo è ancora Buyalskiy a impensierire Hart, che si esalta con un ottimo intervento. Yaya Tourè cala il tris con un tiro a giro sensazionale al 90′ chiudendo partita e, probabilmente, la qualificazione.

Pellegrini può sorridere, ora il suo Manchester City sembra poter dire la sua anche in Champions.

Leave a Reply