#ChampionsLeague – Roma-Real Madrid 0-2, Cristiano Ronaldo e Jesè stendono i giallorossi

1910572

Serata decisamente storta per i giallorossi di Spalletti, che alla fine si devono arrendere ai due goal segnati nella ripresa da Cristiano Ronaldo e Jesè, alla fine di una gara in cui la Roma reclama un rigore su El Shaarawy.

Nel primo tempo la Roma, pur concedendo qualche palla ad un Real Madrid troppo lento ed a volte macchinoso nelle manovre, si è limitata a difendersi senza pungere più di tanto – emblematico il fatto che non si siano registrate parate da parte dei due portieri.

Salah ed El Shaarawy cercano di sfruttare al meglio le loro doti di velocisti, ma i pericoli arrivano da un tiro di Marcelo servito da Ronaldo al 33′, la palla sibila non lontana dal palo, cui risponde l’ex rossonero con un contropiede sventato dall’attento Varane.

La ripresa inizia più o meno in linea con la prima frazione di gioco, ma con le squadre più allungate, al  tiro di Carvajal risponde una lunga galoppata di El Shaarawy fermata da un’uscita del portiere Keylor Navas, che lascia più di un sospetto su un probabile rigore.

Proprio mentre la Roma sta organizzandosi al meglio, ecco che arriva il goal del vantaggio madridista: un lungo lancio di Marcelo pesca Ronaldo al limite del fuorigioco, il portoghese con un rapido gioco di gambe si passa la palla dal sinistro al destro, rientra accentrandosi e sempre con il destro effettua un tiro che viene leggermente sfiorato da Florenzi, la palla s’insacca alla destra di Szczesny messo fuori causa dall’involontaria deviazione del compagno. Poco dopo il portiere romanista para a terra un’iniziativa di Benzema.

Dopo i cambi, Kovacic per Isco e Dzeko per El Shaarawy, la Roma si scuote prima con un tiro di Salah, quindi è sempre Varane a salvare un cross di Salah destinato a Dzeko, ma soprattutto con una conclusione di Vainqueur, ottima la sua prestazione, che sfiora il palo alla sinistra di Navas.

E’ quindi la volta prima di Ronaldo e poi di Rodriguez a sfiorare di testa il raddoppio, ma anche Dzeko ha sui piedi la palla del pareggio, non sfruttata al meglio, anche se da posizione leggermente defilata. I romanisti reclamano un altro rigore per intervento di Carvajal su Florenzi (rigore solare vista l’entrata dello spagnolo a piede a martello sulla gamba del giallorosso, per giunta in netto ritardo, ndr).

Il Real chiude la partita con un contropiede di Jesè, da poco entrato in campo, che nel suo tiro angolato mette precisione e potenza.

Peccato per questa Roma di Spalletti che non ha di certo demeritato sul campo, al Bernabeu il destino sembrerebbe già segnato.

 

Leave a Reply