#TheRoyalBaby – Victor Osimhen

FBL-WC-2015-U17-NGR-MLI

Nell’autunno del 2015 si è disputata in Cile la Coppa del Mondo Under17 e, come in molti sapranno, è stata vinta dalla Nigeria per la quinta volta nella sua storia. La competizione, da sempre rampa di lancio per molti talenti, ha messo in vetrina futuri campioni del nostro calcio. Uno di questi è stato senz’altro Victor Osimhen, attaccante nigeriano classe 1998. Il giovane 17enne è riuscito a battere il record di gol del torneo, segnandone ben 10 in 7 partite. Il record precedente, di 9 gol, era detenuto da Sinama Pongolle (Francia, 2001) e Souleymane Coulibaly (Costa d’Avorio, 2011). Il nigeriano ha distribuito le sue reti in tutte le partite del torneo, non restando mai a secco.

Il grande idolo di Victor è non a caso Didier Drogba, al quale ha sempre ammesso di ispirarsi: per generosità, doti fisiche e determinazione può essere paragonato al pallone d’oro africano. La cosa che ha sopreso di più di Osimhen è stato per lo più un innato senso per il gol, per dire un pò ‘alla Inzaghi’. E’ consapevole di dove arriverà il pallone in area di rigore e quale sarà il momento esatto per colpirlo. Un grande senso di posizone per un 17ennne.

Victor è già alto 185 cm e crescerà ancora sicuramente. Il fisico è da costruire, ma ci sono tutti i presupposti per diventare un gigante d’area di rigore. Nonostante la sua altezza è in grado di accellerare e cambiare passo in un attimo, grazie ai movimenti molto elastici. Il suo piede preferito è il destro, ma usa bene anche il sinistro: non a caso 3 gol dei 10 segnati al mondiale sono stati fatti di mancino.

Un potenziale incredibile, per un giocatore che però non è da considerarsi una sorpresa: già alla vigilia del torneo era considerato tra le possibili stelle della manifestazione, avendo messo a segno 39 goal in 71 partite con la sua Nazionale.

Scarpa d’Oro e Pallone d’Argento del torneo (il titolo di MVP è andato al connazionale Nwakali), Victor ha catturato l’attenzione degli scout di mezza Europa: Paris Saint-Germain, Liverpool, Chelsea, Juventus, Bayern e Inter hanno messo gli occhi sul ragazzo. La concorrenza è alta, ma le possibilità di vederlo giocare in Italia sono comunque molte: infatti l’Inter si è mossa in largo anticipo rispetto alle rivali e la Ultimate Strikers Academy, la squadra che ne detiene il cartellino, darà precedenza alla società nerazzurra quando saranno avviate le trattative. Il ds Ausilio ha ha già allacciato i primi contatti con l’entourage del giocatore.  L’unica sicurezza è che Victor arriverà presto in Europa.

Leave a Reply