#PremierLeague – Chelsea, Mourinho esonerato

Jose-Mourinho

Jose Mourinho non è più l’allenatore del Chelsea. La società londinese, di comune accordo con lo Special One, ha deciso di terminare il rapporto professionale in anticipo visto il pessimo andamento in Premier League (15 punti e ad un punto dalla zona retrocessione, ndr). Ecco la nota ufficiale apparsa sul sito dei Blues: “Chelsea Football Club and Jose Mourinho have today parted company by mutual consent. All at Chelsea thank Jose for his immense contribution since he returned as manager in the summer of 2013. His three league titles, FA Cup, Community Shield and three League Cup wins over two spells make him the most successful manager in our 110-year history. But both Jose and the board agreed results have not been good enough this season and believe it is in the best interests of both parties to go our separate ways. The club wishes to make clear Jose leaves us on good terms and will always remain a much-loved, respected and significant figure at Chelsea. His legacy at Stamford Bridge and in England has long been guaranteed and he will always be warmly welcomed back to Stamford Bridge. The club’s focus is now on ensuring our talented squad reaches its potential. There will be no further comment until a new appointment is made”.

Ecco la traduzione:

“Chelsea Football Club e Jose Mourinho si sono oggi separati con reciproco consenso. Il Chelsea ringrazia Jose per il suo immenso contributo da quando è tornato nell’estate del 2013. Le sue tre vittorie in Premier League, FA Cup, Community Shield e le sue tre vittorie in League Cup fanno di lui il manager di maggior successo dei nostri 110 anni di storia. Purtroppo sia Josè che la dirigenza concordano che i risultati non sono stati sufficientemente buoni in questa stagione e credono che sia nel miglior interesse di entrambe le parti di prendere vie differenti. Il club vuole sottolineare anche che Jose lascia il Chelsea restando in buoni rapporti e rimarrà sempre un amata e rispettata figura di spicco al Chelsea. Il focus del club ora sarà quella di assicurarsi che la nostra talentuosa squadra possa raggiungere il suo potenziale”.

Ed ecco il tweet:

 


Per la panchina del Chelsea il favorito, al momento, pare Gus Hiddink ma Abramovich non disprezzerebbe neanche il ritorno di Roberto Di Matteo, che qualche anno fa regalò ai londinesi una storica Champions League. Poche chance per Marcello Lippi e Juande Ramos.

Leave a Reply