#ItaliansDoItBetter: Graziano Pellè

Southampton-v-Tottenham

Graziano Pellè è attualmente il cannoniere italiano con più goal segnati al di fuori della nostra penisola. 14 goal nell’AZ Alkmaar, altre 50 reti in 57 presenze nel Feynoord e altre 18 in Premier League con la maglia a strisce bianco-rosse del Southampton.

L’attaccante classe ‘85 cresce calcisticamente nel Lecce, esordisce in Serie B con il Catania e nella massima serie tornando al Lecce, senza mai segnare.
Nell’estate del 2007 Luois Van Gaal, che allenava l’AZ Alkmaar, s’innamora follemente di questo giovane salentino decidendo di acquistarlo a titolo definitivo dal Lecce per 6.5 milioni di euro. Il successivo 5 dicembre fa il suo esordio in Coppa UEFA, segnando anche la sua prima rete nelle coppe europee.
Nella stagione 2008-2009 totalizza 4 goal in 23 presenze e vince il campionato con il suo AZ, divenendo il primo italiano a trionfare in Eredivisie.

Van Gaal decide di separarsi dall’AZ Alkmaar e i suoi successori non considerano Pellè un giocatore valido mettendolo addirittura fuori squadra; così il leccese decide nel 2011 di tornare in patria, nel Parma, per poi dopo poco passare alla Sampdoria. Nel suo ritorno in Italia sigla solamente 4 reti, decidendo nell’estate del 2012 di ritornare in Olanda, questa volta accasandosi con il Feynoord, squadra in cui si consacrò attaccante cinico, rapace e goleador. In due anni Pellè segna ben 50 goal in 57 presente, un bottino molto entusiasmante per un giocatore che in Italia non ha mai lasciato il segno.

Nell’estate del 2014 decide di compiere il grande passo, di accettare la grande sfida della Premier League, acquistato dal Southampton di Koeman, per una cifra di circa 10 milioni di euro.
Il salentino battezza la sua nuova esperienza britannica il 30 agosto dello stesso anno, segnando la sua prima rete con la maglia dei Saints contro il West Ham; Pellè poi non si è più fermato, goal dopo goal, esultanza dopo esultanza, riuscendo a siglare ben 16 reti in 44 presenze. Divenendo uno degli italiani più prolifici in Inghilterra dopo Ravanelli, Vialli, Baiano, Zola, Di Canio e Balotelli.

Con le sue grandi prestazioni Pellè ha fatto innamorare anche il ct della nazionale italiana, Antonio Conte, facendolo esordire il 4 ottobre 2014 con la maglia azzurra contro Malta.

Graziano Pellè, il bomber italiano DOP che segna solo all’estero…

Leave a Reply