#SerieB 2015/2016 Delfino Pescara 1936

Reggina Calcio v Pescara Calcio - Serie B

Ripetere il campionato dello scorso anno e mettercela tutta per migliorarlo, sembra essere questo il diktat che Massimo Oddo vuole inculcare nella testa dei propri giocatori per sperare in una promozione in Serie A che in città si augurano tutti. Tifosi, staff e dirigenza sperano di non dover ri-aspettare 20 anni (lasso di tempo che è passato dalla prima alla seconda promozione abruzzese nella massima serie) prima che altri giocatori con la maglia biancoazzurra del Delfino ripetano le gesta di Immobile, Insigne e Verratti nel 2011.

Con queste premesse si è mosso, durante il mercato estivo, il DS della formazione abruzzese Giorgio Repetto per dare al tecnico una squadra in indubbio valore per la categoria.  Ad acquisti di esperienza come Gordan Bunoza (difensore classe 88 in prestito dalla Dinamo Bucarest), Gianluca Papadula (ala destra classe 90 svincolato dal Parma), Vittorio Esposito (trequartista classe 89 proveniente dal Chieti), Ledian Memushaj (centrale classe 88 acquistato dal Lecce) e Andrea Cocco (attaccante classe 86 proveniente dal Vicenza) sono stati affiancati giovani che hanno già fatto bene nella categoria come Valerio Verre (centrocampista centrale classe 94 in prestito dall’Udinese), Michele Fornasier (difensore polifunzionale classe 93 acquistato a titolo definitivo dalla Sampdoria), Danilo Bulevardi (centrocampista classe 95 che ha gocato un gran campionato l’anno scorso tra le fila dell’Ischia Isolaverde nel girone C di Lega Pro) e Francesco Zampano (terzino destro classe 93 acquistato dall’Hellas Verona). Aggiungendo le scommesse Rolando Mandragora (centrocampista centrale classe 97 prelevato dalle fila del grifone rossoblù ligure) e Alex Muller (trequartista classe 97 acquistato dal Club Nacional di Montevideo) abbiamo quel mix esplosivo tra gioventù e esperienza che potrebbe davvero essere la chiave del successo del Delfino Pescara in questo campionato di Serie B.

La prima giornata di campionato, in programma il 6 settembre 2015, vedrà la compagine allenata da Massimo Oddo affrontare al Picchi di Livorno la compagine di casa in un big match che ricorda palcoscenici più importanti. Per questo incontro, il tecnico abruzzese, sembrerebbe orientato a schierare i suoi con il 4-3-1-2. Zampano, Fornasier, Zuparic e Rossi dovrebbero difendere i pali di Fiorillo. La linea mediana a tre potrebbe essere composta da Verre, Bruno e Memushaj. Dietro alla coppia d’attacco formata da Sansovini e Lapadula dovrebbe giocare, sulla trequarti, Valoti. Se riuscirà o meno il Pescara a centrare la promozione, lo sapremo solo il 20 maggio. Le premesse sono quelle giuste, ora tocca al campo parlare.

Leave a Reply