Il Campione di Domani: Anton Mitryushkin (Lokomotiv Mosca)

I giovani talenti di oggi che saranno "I Campioni del Domani"

L’obiettivo della rubrica “IL CAMPIONE DI DOMANI” è quello di far conoscere i giovani talenti dei maggiori campionati europei. Analizzeremo i più interessanti prodotti dei vivai della Bundesliga, passando dalla penisola iberica e dai Paesi Bassi, abbracciando la Premier League e il calcio del “Bel Paese”. Il futuro del gioco più bello del mondo è nei piedi e nella testa di queste giovani promesse. Andiamo a conoscerle.

anton mitryushkinIl protagonista di questa settimana nasce a Krasnoyarsk. In questa cittadina della Russia Siberiana centrale l’8 febbraio 1996 viene al mondo quello che per molti esperti diventerà il portiere più importante della nazionale russa; parliamo del figlio d’arte ( il padre, Vladimir,fu portiere della squadra di hockey dell’Enisey di Krasnoyarsk più volta campione dell’URSS negli anni ’80) in forza allo Spartak di Mosca, Anton Mitryushkin. Anton inizia a tirare i primi calci nella squadra giovanile della sua città lo SKA Rostov. Già dalla sua prima esperienza in una squadra di calcio si dimostra tecnicamente superiore ai suoi coetanei tanto da attirare e sé le attenzioni dei top club russi. Nel 2010, di fatto, è lo Spartak Mosca ad accaparrarsi le prestazioni sportive del portiere, che all’epoca aveva solo 14 anni, aggregandolo alle proprie giovanili e facendogli compiere l’intera trafila. L’exploit del giovane estremo difensore risale al 2013 quando con la nazionale russa Under 17 si aggiudica il titolo di campione d’Europa battendo l’Italia in finale. La partita, conclusasi 3-3 nei 90′ regolamentari, è terminata 5-4 dagli undici metri e Anton ha dimostrato di che pasta è fatto salvando il risultato più e più volte nei tempi regolamentari e parando anche 3 rigori. Mitryushkin attualmente è il fiore all’occhiello delle giovanili dello Spartak di Mosca: In questa stagione ha giocato nella Primavera dei rossobianchi di Mosca ottenendo persino numerose convocazioni in prima squadra anche se ancora non ha debuttato nel calcio dei grandi.

Anton Mitryushkin1A dispetto della sua giovanissima età, Anton ha le qualità essenziali per diventare un buon portiere di caratura internazionale. Ha un ottimo senso della posizione e risulta essere molto abile sia nelle uscite alte che in quelle basse. L’unico neo sembra essere la sua tecnica personale che deve essere affinata, ma per un ragazzino di 19 anni è normale. Il giovane Mitryushkin è un portiere molto forte sia tra i pali, possiede una buona reattività, che fuori, riesce a infondere sicurezza e tranquillità a tutto il reparto difensivo. Ed è anche grazie a queste sue caratteristiche che è riuscito a diventare, persino, il capitano della propria rappresentativa nazionale di categoria. Dopo Dasaev, Kharin e Akinfeev i selezionatori russi possono dormire sonni sereni: È nata una nuova stella che difenderà i pali della nazionale Sbornaya.

Leave a Reply