Champions League: troppo Barca per questa Juventus. Il Triplete è di Luis Enrique

img1024-700_dettaglio2_barcellona

Sul più bello finisce il sogno della Juventus; è il Barcellona ad andare in paradiso e conquistare il Triplete. Non basta un’ottima partita agli uomini di Max Allegri, semplicemente troppo forti i blaugrana. Finisce 3-1, con qualche rimpianto ma anche con l’orgoglio di essere arrivati fin qui contro tutto e tutti.

La Finale di Champions League inizia subito in salita per i bianconeri visto che al 4° minuto “l’illusionista” Iniesta con una magia trova Rakitic sul dischetto del rigore che insacca subito il vantaggio per gli uomini di Luis Enrique, gelando subito i 20mila juventini. La squadra italiana prova a reagire ma rischia più volte di soccombere e non lo fa grazie ad un Gigi Buffon versione Mondiale 2006 che sbarra la strada a Dani Alves che aveva colpito a botta sicura. Poco dopo Suarez con la punta calcia fuori di pochissimo. Nel primo tempo da segnalare anche l’eccessivo nervosismo di Vidal che rischia più volte di essere cacciato, ma l’arbitro turco lo grazia. E’ 1-0 dopo 45 minuti e la Juve è ancora in partita, seppur non sia mai stata pericolosa.

morata

Morata fa 1-1. La Juventus torna a crederci

Nella ripresa il copione pare lo stesso e su un contropiede ci vuole ancora un pazzesco Buffon che dice no al tiro di esterno del “pistolero” Suarez. Poco dopo la Juve si scrolla di dosso tutte le paure e trova il pari: Lichsteiner per Tevez che calcia in porta trovando una goffa parata di Ter Stegen, la cui respinta finisce sui piedi del solito Morata che da due passi insacca. Gioia incontenibile per il ragazzo e per tutta la Juventus che dopo il pari ci crede.

Allegri alza il baricentro e i bianconeri giocano meglio ma è un’arma a doppio taglio: minuto 68′ Messi prende il motorino e parte in velocità seminando il panico, salta secco Bonucci e calcia una staffilata col mancino che trova la solita risposta di Buffon, ma stavolta sulla respinta arriva Suarez che anticipa un disattento Evra e sigla il 2 a 1 blaugrana.

suarez

Suarez fa 2-1. Sarà il gol partita

Pochi minuti ed arriverebbe anche il tris con Neymar ma l’arbitro, su consiglio del giudice di porta, annulla il gol poichè sul colpo di testa dell’attaccante brasiliano il pallone tocca anche la mano dello stesso giocatore e poi entra in porta beffando Buffon grazie a quella traiettoria mortifera. La Juve ci prova con le ultime energie nervose ma ormai il più è fatto per il Barcellona che all’ultimo minuto di recupero trova anche il punto del 3-1 con Neymar jr. servito dal neo entrato Pedro.

Per il Barcellona Luis Enrique una stagione memorabile, nonostante le tante critiche cadute sull’allenatore spagnolo soprattutto ad inizio stagione. Per la Juventus un pò di rammarico ma comunque la felicità di aver fatto una grandissima stagione e di essere tornata ai livelli europei che spettano ad una società come questa.

Il Barca vince la sua 5° Champions League (la 4° negli ultimi 10 anni) e diventa l’unica squadra al mondo a conquistare due volte il Triplete. Questa era l’ultima partita di Xavi con i  blaugrana, dopo una vita in Catalogna e difficilmente poteva scegliere una stagione migliore per chiudere.

Leave a Reply