Cacia e Sansone ridanno il sorriso al Bologna. Catania sconfitto al Dall’Ara dopo 5 vittorie consecutive

Tifosi del Bologna

L’anticipo della trentottesima giornata di Serie B, disputatosi al Dal’Ara di Bologna tra la formazione rossoblù di casa e il Catania agli ordini di mister Marcolin, ha visto la compagine di Lopez uscire dalla crisi di pareggi e portare a casa tre punti fondamentali per la corsa al secondo posto. Il risultato finale di 2-0 (marcature una per tempo di Cacia e Sansone) è il giusto risultato per quello che si è visto in campo dove, il Bologna, ha dimostrato di avere più fame. Forse gli etnei pagano dazio per il grande sforzo delle ultime giornate che gli ha consentito di collezionare cinque vittorie consecutive.

La cronaca. Sotto il diluvio, è il Bologna a voler mettere il match sui binari giusti. Il più in forma sembra Laribi che, dopo aver tentato la giocata personale in due azioni tra il 3′ e il 7′ senza trovare la porta, tenta un tiro-cross che per poco non beffa Gillet posizionato, forse, troppo fuori dai pali. Il gol del vantaggio bolognese, però, arriva allo scadere della prima frazione di gioco con Cacia. L’azione che porta il centravanti calabrese alla conclusione è magistrale. Il numero 9 della compagine emiliana lascia scorrere per Sansone che, osservando lo smarcamento del compagno, lo serve con i giri giusti sulla corsa. A tu-per-tu con Gillet, Cacia non può sbagliare e deposita la palle alle spalle dell’estremo difensore siciliano. Sul risultato di 1-o si conclude la prima frazione di gioco. Il secondo tempo inizia sulla falsa riga del primo. Il Catania la butta sulla rissa facendo ammonire tutti e quattro di difensori più Castro e Calaiò. E proprio l’attaccante ex Siena viene espulso dal direttore di gara per proteste al 71′, lasciando il Catania in 10 uomini. Forte della superiorità di risultato e in mezzo al campo, il Bologna controlla la partita e al 73′ trova il raddopio con Sansone che, ricevendo al limite di Kristicic, controlla la sfera, salta il suo avversario, e fa partire una saetta mancina che termina la propria corsa sotto il “sette” della porta difesa da Gillet. Dopo quattro minuti di recupero, il signor La Penna, decreta la fine delle ostilità sul risultato finale di 2-0.

Il tabellino. Bologna-Catania 2-0 (Cacia 37′, Sansone 73′)

BOLOGNA (4-3-3): Coppola; Oikonomou, Gastaldello, Ferrari; Mbaye (64’ Ceccarelli), Krsticic, Casarini (87’ Perez), Laribi, Morleo, Cacia (71’ Mancosu), Sansone. A disp.: Da Costa,  Garics, Ceccarelli,  Morleo, Bessa, Perez, Acquafresca, Improta, Mancosu, Troianiello. All. Fini (Lopez squalificato).

CATANIA (4-3-1-2): Gillet; Belmonte, Sauro, Ceccarelli (82’ Capuano), Mazzotta; Coppola (74’ Escalante),  Rinaudo, Rosina; Castro; Calaiò,  Maniero (67’ Martinho). A disp: Terracciano, Schiavi, Gyomber, Capuano,  Martinho, Chrapek, Odjer,  Escalante, Sciaudone. All. Marcolin.

Arbitro: Federico La Penna di Roma coadiuvato dalla coppia di guardalinee Avellano/Bottegoni.

Ammoniti: Ceccarelli, Cacia, Mazzotta, Castro, Sauro, Mbaye, Belmonte, Calaiò, Laribi, Capuano; Espulso: Calaiò per proteste

Note: Recupero: 1pt, 4 st; Corner: 5 – 3 per il Bologna.

 

 

Leave a Reply