Centurion Stories – 1° puntata: l’Atletico Pisana

Centurion Stories è la nuova rubrica targata RadioGoal24 che vi porterà alla scoperta di tutte le formazioni partecipanti al torneo di calcio a 5 o a 8 più importante dell’ambiente romano. Per questa prima puntata ci siamo fatti raccontare da Davide, responsabile dell’Atletico Pisana, la storia e gli obiettivi della sua squadra capolista a punteggio pieno nella Serie Elité. Vi ricordiamo ovviamente di visitare il sito ufficiale della Centurion League per tutte le informazioni riguardanti il torneo.

Come è nato l’Atletico Pisana?

Questa società ha preso spunto dalla Pisana calcio a 8, di cui io ero presidente e allenatore. A suo tempo, purtroppo, nell’Aprile del 2012, è venuto a mancare un nostro amico chiamato Andrea Di Lorenzo. La faccia che potete vedere sulla tuta e sulle felpe è la sua, perché vogliamo sempre avere un suo ricordo. Lui era un presidente ed un giocatore di una squadra di calcio a 5, che si chiamava proprio “Pisana Calcio a 5”, che milita tutt’ora nel campionato di C2 e di cui io sono presidente. Successivamente mi sono un po’ allontanato dal calcetto per dedicarmi maggiormente al Calcio a 8: questo perché volevo fare un qualcosa di più “mio”, perché io ero come un fratello maggiore per Andrea Di Lorenzo e quindi volevo  condurre un progetto più personale che potesse però portare la memoria del mio grande amico. Ho quindi formato una squadra di amici che conoscevano Andrea, andando a giocare anche a vincere un campionato di Serie B, una Coppa italia, un campionato di A2 e infine abbiamo militato nella massima serie sfiorando i Play-Off nel primo anno e raggiungendo la finale nella stagione successiva. Successivamente si è inserito, a darmi una mano, il mio amico Tiziano Celli: con lui abbiamo creato una squadra complementare sempre in ricordo di Andrea, ovvero proprio l’Atletico Pisana. Quando sono arrivati alcuni problemi con la Pisana Calcio a 8, ho deciso di dedicare tutti i miei sforzi per l’Atletico costruendo una rosa ampia di 32 giocatori e assumendo persone competenti a livello dirigenziale con presidente, allenatore e direttore sportivo. L’anno scorso siamo arrivati in semifinale in Centurion League, mentre in questa stagione speriamo di alzare qualche trofeo”.

Un pensiero sul torneo?

“Ripeto quello detto l’altro giorno in radio da voi (clicca qui per ascoltare la puntata): innanzitutto volevo ringraziare Massimiliano per l’organizzazione del torneo. Era ora che a Roma si organizzasse un torneo di livello, con squadre che si stanno formando in maniera egregia ed un torneo gestito in maniera esemplare da persone veramente professionali. Io di tornei ne faccio tanti e posso dire che come la Centurion League non ne ho trovati nessuno. E’ da prendere veramente come esempio”.