Calcio o calcetto? La top 5 dei reduci dal gioco che tutti abbiamo amato

neymar-barcelona-espanyol-liga-bbva_18wwkuz3kzuj21s7cms5h76qwh

Calcio a 5 che passione! Sono diversi i campioni del calcio che hanno iniziato nello sport che molti di noi hanno praticato almeno una volta nella vita. Vediamone alcuni fra gli esempi più famosi:

5) Wissam Ben Yedder. Il 26enne attaccante franco-tunisino è una delle note liete del sorprendente Siviglia di questa stagione. Mago del dribbling, ha affinato questa qualità proprio nel Futsal. I suoi esordi nel calcio a 11 saranno nel 2009 presso l’Alfortville, club di quarta divisione francese. Nel giro di un anno, grazie all’interesse del Tolosa, riuscirà a compiere un salto prodigioso fino alla Ligue 1.

4) Erik Lamela. Croce e delizia dei tifosi della Roma nel biennio 2011-13, l’argentino oggi in forza al Tottenham è un altro dei prodotti del calcetto. È lì infatti che si sarebbe perfezionato nelle sue doti migliori: tecnica sopraffina e rapidità nei movimenti.

3) David Luiz. Non sarà forse insuperabile come difensore, ma di certo il brasiliano del Chelsea è fra i suoi pari ruolo uno di quelli più dotati sul piano tecnico. Tanto da essere spesso schierato dai suoi allenatori anche a centrocampo. Merito di tanta esperienza accumulata sui campi ridotti, dove a uno stopper non è consentito di tirare le classiche ciabattate.

2) Willian. Altro giocatore del Chelsea, altro brasiliano e altro funambolo col pallone tra i piedi. L’attaccante preferito da Antonio Conte a Juan Manuel Cuadrado si distingue per tecnica in velocità, qualità che giovanissimo ha saputo affinare nel Futsal prima di iniziare la sua avventura nel Corinthians (2009).

1) Neymar. L’asso del Barcellona non l’ha mai nascosto, anzi ha esibito con orgoglio il suo passato da giocatore del calcetto e dello street soccer. Secondo alcuni, il segreto del suo successo. Anche se non tutti i giocatori di Futsal possono vantare una classe eccezionale come la sua.

Leave a Reply