Lazio, Inzaghi in conferenza: “Empoli squadra organizzata. Bastos out”

inzaghi-01

Il tecnico della Lazio, Simone Inzaghi, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della partita contro l’Empoli. Ecco le sue parole: “Si riparte dalla prima mezz’ora della sfida con il Milan. Fino al gol rossonero avevamo in mano la partita, poi purtroppo abbiamo preso il gol ed è venuta a mancare qualche certezza“.

Su Keita:
Lui dal primo minuto con il Milan? Come ho detto ha avuto un’Estate travagliata e ne aveva risentito a livello fisico. Quando starà bene giocherà dal primo minuto“.

Sugli infortunati:
Il turno infrasettimanale ha portato problemi. Bastos, Basta e Marchetti non saranno disponibili, oggi valuteremo le condizioni di Biglia“.

Su Milikovic-Savic:
È un giocatore importante, è cresciuto molto e si sta meritando il posto da titolare: ha grandi doti fisiche, speriamo che possa continuare su questi livelli. Se gioca titolare è merito suo, si sta allenando benissimo. Ha avuto un problema alla mano, ma farà in modo di farsi trovare pronto“.

Sull’Empoli:
È una squadra organizzata che gioca insieme da anni, servirà una grande partita per portare a casa una vittoria“.

Su Felipe Anderson:
È felice del nuovo ruolo, non ha problema a farlo. Con il Pescara ha fatto benissimo ed è stato importante. La panchina di San Siro non è stata punitiva, solo una scelta tattica“.

Su Walace:
Sta crescendo, è un ragazzo che si impegna e che lavora duramente. Anche lui, come Bastos, deve imparare la lingua”.

Sull’attacco:
Non c’è una formula giusta, dipende tutto dalla gara. Immobile si sta impegnando, è nuovo ma ha conosciuto tanti compagni in Nazionale. A San Siro ha lavorato bene per la squadra“.

Su Cataldi:
Parlo spesso con Danilo, può fare benissimo nel centrocampo a tre. Ha ottima visione di gioco, ha fatto molto bene quando chiamato in causa. Adesso dobbiamo valutare Biglia, poi prenderemo una decisione“.

Su Strakosha:
Sono contento del suo debutto. Si è fatto trovare pronto, domani ha la possibilità di mettersi in mostra“.

Ancora sull’Empoli:
“Dobbiamo stare attenti, è una squadra temibile con ottimi calciatori“.

Sul campionato:
Abbiamo qualche punto in meno, con Milan e Juventus forse meritavamo qualcosa in più“.

Sugli errori commessi:
A Milano è mancato il salto di qualità. Siamo stati criticati dopo il pareggio di Verona, ma il Chievo ha dimostrato di essere una squadra temibile. Le critiche fanno bene e vanno ascoltate“.

 

Leave a Reply