Lazio, Inzaghi in conferenza: “Col Milan partita difficile. Biglia? Non è convocato”

inzaghi-01

Alla vigilia di Milan-Lazio è intervenuto in conferenza stampa Simone Inzaghi. Ecco le parole del tecnico biancoceleste ad un giorno dalla complicata trasferta di San Siro:

Sulla difesa a tre?

“Al di là dei moduli, serve guardare l’interpretazione della squadra. Mi hanno dimostrato di saper interpretare la difesa a 4, ma abbiamo maturità e siamo in grado di cambiare soluzioni. Per domani vediamo, abbiamo poco tempo e metteremo comunque in campo la miglior Lazio possibile. Sarà una gara intensa, dovremo cercare di giocare nel migliore dei modi, di interpretarla bene e vincere i duelli individuali”.

Sulla risposta della squadra alle sue indicazioni?

“Io sono felice dei ragazzi, ma tanti li conoscevo bene. Lo scorso anno mi hanno dato grande disponibilità e anche quest’anno mi stanno seguendo. So che star fuori non piace a nessuno e che qualcuno sarà scontento, è normale”.

Su Biglia?

“Non ci sarà, stamani ha provato ma sentiva ancora fastidio. Il suo è un problema importante, ma nell’arco del campionato possono succedere certe cose”.

Su Felipe Anderson?

“Credo sia maturo per fare questo ruolo. Col Pescara ha lavorato molto e io sono felice della sua intensità negli allenamenti. Se uno si allena bene i frutti si vedono”.

Sul Milan?

“C’è poco tempo, ne servirebbe tanto di più per preparare una sfida del genere ma il calendario è questo per tutti”.

Su Milinkovic-Savic?

“Ha preso tante botte ma ha recuperato, è pronto per giocare”.

Come sta la Lazio?

“Sono ampiamente soddisfatto di questo inizio di campionato, anche con la Juve non avremmo meritato di perdere. Siamo in crescita, questa è una squadra che ha margini di miglioramento. Stiamo cercando di far integrare i nuovi ma possiamo fare ancora meglio”.

Su Keita?

“E’ rientrato nel migliore dei modi. Domenica col Pescara ci ha dato una scossa importante. Ha fatto una preparazione particolare, di volta in volta deciderò se utilizzarlo o no”.

Su De Vrij?

“Si sta allenando benissimo e il ginocchio risponde bene. E’ un grande giocatore che ci sta aiutando a migliorare partita dopo partita”.

Su Cataldi?

“Lui e Djordjevic per me sono state le più belle sorprese, ma non avevo dubbi perché si allenano sempre bene”.

Su Kishna?

“E’ rimasto fuori dai convocati per scelta tecnica. Dispiace ma qualcuno di volta in volta deve restare fuori”.

Sul Milan?

“E’ una partita importante e difficile che dovremo interpretare nel migliore dei modi. Servirà tanto agonismo, dobbiamo invertire la statistica quando giochiamo a San Siro perché è troppo tempo che non vinciamo là”.

Sul campionato?

“E’ difficile, ogni squadra è organizzata e ci sono buoni giocatori. Dopo la gara col Chievo ho detto che quando non riesci a vincere, è giusto non perdere. Il Chievo è una squadra ostica, tutte le partite devono essere affrontate nel migliore dei modi”.

Ancora sul Milan:

“Hanno giocatori di qualità in ogni zona del campo. Contro la Samp sono stati compatti e al momento giusto hanno colpito”.

Leave a Reply