Fiorentina, Maxi Olivera: “Sono pronto. Stimo Montero e Caceres”

Maxi Olivera

Maxi Olivera si è presentato ufficialmente alla Fiorentina: “Ho già giocato molte partite con il Penarol quindi ho fatto molta esperienza. Spero di adattarmi quanto prima al calcio italiano. Pablo Montero? So che molti sudamericani ed uruguaiani hanno fatto bene in Italia. Montero rappresenta un giocatore al quale mi sono sempre ispirato: io però vengo qua con l’intenzione di offrire quello che posso dare. Io sono un terzino che spinge di più, ho caratteristiche diverse. Farò del mio meglio e metterò in campo la grinta di noi sudamericani. L’arrivo e l’esordio in viola? E’ stato tutto molto rapido, anche io l’ho saputo da un giorno all’altro che dovevo andare a Firenze. La Fiorentina è una squadra molto importante a livello continentale, cercherò di adattarmi in fretta. Quando il mister mi ha detto che avrei giocato mi ha fatto piacere: purtroppo la gara è stata sospesa ma lavorerò affinché il mister mi riconfermi. Io posso giocare in difesa sia in uno schieramento a tre che a quattro, ma non ho problemi a giocare anche come terzino perché mi piace spingere molto. Modelli da seguire? Ammiro molto Martin Caceres per le sue caratteristiche. Vecino? Lo conosco perché abbiamo giocato insieme nell’Under-20: quando ha saputo che sarei venuto a Firenze, mi ha subito chiamato e mi ha aiutato molto nei primi giorni anche sotto l’aspetto della lingua. Obiettivi? La Serie A è molto lunga, dobbiamo lottare di partita in partita per capire quelli che saranno i nostri obiettivi. Lo stesso valga per l’Europa League: vogliamo assolutamente passare la fare a gironi e vedere gara dopo gara dove arriveremo. Paulo Sousa? Nella gara col Genoa il mister ci ha chiesto di allargare le ali per provare a spezzare il pressing avversario. Il mister è un gran lavoratore e ci chiede cose sempre diverse, a seconda della squadra che andiamo ad affrontare“.

Leave a Reply