#Bundesliga – Il punto sulla 2° giornata

scommesse-bundesliga

Il 2° turno di questa Bundesliga 2016/2017 è stato caratterizzato da sorprese, conferme e match ricchi di emozioni. Partiamo dalla capolista Bayern Monaco che, nell’anticipo del venerdi, ha espugnato la Veltins-Arena, battendo nel finale per 2-0 lo Schalke04. Decisivi i goal di Lewandowski, che converte in rete un bellissimo filtrante di Javi Martinez e di Kimmich, che sfutta alla perfezione il contropiede iniziato proprio dal polacco. La squadra di Ancelotti centra la 2° vittoria in 2 gare, con un bottino di 8 reti segnate e nessuna subita.

Dopo la sconfitta all’esordio contro l’Hertha Berlino, arriva la prima vittoria per il Friburgo che, davanti al proprio pubblico, cala il tris contro al Borussia Monchengladbach (3-1 il finale, ndr). Aprono gli ospiti con la rete straordinaria rete da fuori area di Hazard al 35′. La risposta dei padroni di casa arriva nella ripresa grazie a Philipp che al 54′ trova l’angolo alto da fuori area, con un bel destro a giro, mentre all’85’ infila un perfetto diagonale basso che ribalta il risultato. All’88’ l’arbitro concede un generoso rigore (fallo del portiere Sommer su Grifo), che Petersen trasforma.

Prosegue la marcia dell’Hertha Berlino che vince anche all’Audi-Sportpark, battendo l’Ingolstadt per 2-0, mantenendo la vetta della classifica al pari del Bayern Monaco. Gli uomini di Dardai vanno subito in vantaggio grazie al solito Ibisevic, imbeccato alla perfezione da Haraguchi, che insacca da fuori area, sfruttando l’indecisione del portiere di casa. L’Ingolstadt spreca varie occasioni e l’Hertha chiude il match nel finale con il bellissimo inserimento di Schieber che, di testa su assist ancora di Haraguchi, batte Nyland.

Pareggio senza reti tra Wolfsburg Colonia. Alla Volkswagen-Arena la partita è bellissima e ricca di occasioni da goal ma ne la squadra di Hecking ne quella di Stoger si fanno male, accontentandosi di un buon punto che porta entrambe le compagini al 2° posto a quota 4 punti, a -2 dalla coppia di testa.

Il Bayer Leverkusen centra la prima vittoria in campionato trascinato dalla tripletta di uno straordinario Pohjanpalo. Il momentaneo vantaggio dell’Amburgo è firmato da Wood che, sfruttando la papera di Leno in uscita, deposita il pallone a porta vuota (58′), prima che il subentrato attaccante finlandese apra il personale show, siglando 3 reti nel giro di 15 minuti. Al 79′ arriva l’1-1, grazie ad un colpo di testa, su assist di Brandt, che chiude alla perfezione una grande azione di squadra. Al 91′ arriva la doppietta grazie ad un preciso destro che si infila all’angolino su assist di Henrichs e, 3 minuti dopo, cala il definitivo tris in contropiede su assist del Chicharito, dribblando un difensore e infilando il pallone sul primo palo, regalando alle Aspirine 3 punti d’oro.

Il Darmstadt centra una rocambolesca vittoria nel finale grazie al dir poco fortunoso goal di Sandro Sirigu, difensore tedesco che, nell’occasione, tentando un cross trova una traiettoria assai beffarda col pallone che si infila all’incrocio dei pali, sorprendendo il portiere dell’Eintracht Francoforte e regalando ai Die Lilien la prima vittoria in campionato.

Clamorosa e inaspettata è, invece, la sconfitta del Borussia Dortmund alla Red Bull Arena contro il Red Bull Lipsia. Gli uomini di Tuchel controllano il match senza però riuscire mai ad impensierire i padroni di casa e, dopo la traversa nel finale in contropiede centrata da Schurrle, subiscono l’incredibile beffa del goal di Keita all’89’, che regala il primo successo in Bundesliga al club guidato da Hasenhüttl.

L’Augsburg supera, nel pomeriggio di domenica, il Werder Brema, condannando la squadra di Skrypnyk al 2° ko consecutivo. Il vantaggio, però, è proprio dei padroni di casa che al 47′ del primo tempo passano grazie al rigore trasformato da Johansson, che spiazza il portiere ospite. Al 52′ il pareggio è firmato da Gouweleeuw, bravo a sfruttare l’angolo di Baier, insaccando col mancino. Il goal vittoria lo firma invece Stafylidis al 73′, grazie ad un preciso calcio di punizione nel sette che trova tuttavia impreparato il portiere del Werder Wiedwald.

Alla Coface Arena va in scena il match più spettacolare di giornata: Mainz-Hoffenheim. I padroni di casa vanno addirittura avanti di 3 goal al 27′, prima di subire la rocambolesca rimonta degli uomini di Nagelsmann (allenatore di soli 29 anni). Al 3′ De Blasis porta avanti il Mainz con un colpo di testa che risolve una mischia susseguente ad un calcio d’angolo. Al 23′ lo stesso calciatore firma la doppietta con un preciso destro su assist di Oztunali. Al 27′ arriva anche il tris firmato da Cordoba con la grandissima complicità di Baumann che commette un grossolano errore. Al 39′ Wagner sfrutta l’assist di Kramaric per scaricare un potente destro in diagonale che si insacca alla destra di Lossl. 4′ dopo Oztunali sembra mettere la parola fine al match siglando il 4-1 con un bel piattone che finisce sotto alla traversa. Al 57′ l’episodio che cambia il match: il rosso a Bussmann che condanna il Mainz a giocare in 10 uomini l’ultima mezz’ora abbondante di partita. Tra il 71′ e il 72′ si scatena Uth che firma la personale doppietta: il primo di testa su assist di Kramaric, mentre il secondo con una bordata da fuori. All’84’ Szalai completa la rimonta dell’Hoffenheim siglando il definitivo 4-4 in spaccata dopo una mischia in area.

RISULTATI:
SCHALKE04-BAYERN MONACO 0-2
FRIBURGO-BORUSSIA MONCHENGLADBACH 3-1
INGOLSTADT-HERTHA BERLINO 0-2
WOLFSBURG-COLONIA 0-0
BAYER LEVERKUSEN-AMBURGO 3-1
DARMSTADT-EINTRACHT FRANCOFORTE 1-0
RED BULL LIPSIA-BORUSSIA DORTMUND 1-0
WERDER BREMA-AUGSBURG 1-2
MAINZ-HOFFENHEIM 4-4

CLASSIFICA: BAYERN MONACO 6, HERTHA BERLINO 6, WOLFSBURG 4, COLONIA 4, RED BULL LIPSIA 4, BAYER LEVERKUSEN 3, BORUSSIA DORTMUND 3, FRIBURGO 3, EINTRACHT FRANCOFORTE 3, BORUSSIA MONCHENGLADBACH 3, AUGSBURG 3, DARMSTADT 3, HOFFENHEIM 2, MAINZ 1, AMBURGO 1, INGOLSTADT 1, SCHALKE04 0, WERDER BREMA 0

 

 

 

Leave a Reply