Milan, Montella: “Gara importante per capire la nostra dimensione”

milan-le-richieste-di-montella-ci-sono-6-nomi-in-totale

Il tecnico del Milan, Vincenzo Montella, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della partita contro il Napoli. Ecco le sue parole:

Su Pasalic come vice Montolivo: “Ha grandi prospettive, per anni è stato quasi un crack. Ha caratteristiche offensive e tecniche importanti. Ha giocato in un centrocampo a due, non ha mai giocato davanti la difesa, sarebbe da costruire in quel ruolo li. Vediamo quanto tempo ci vorrà per farlo giocare da vice-Montolivo“.

Su Poli:Ha avuto un leggero affaticamento e quindi non lo rischiamo, torna al 100% dopo la sosta“.

Sull’Europa League:E’ presto per dire, ci vogliono una decina di partite per capire se la classifica diventa meritocratica rispetto ai valori di una squadra. Come obiettivo abbiamo l’Europa, poi pensiamo ad altro“.

Su Bacca e la squadra allegra:E’ allegro perchè ha fatto tre gol (ride). Allegri ed entusiasmo sono importanti. Se le cose le fai con convinzione, sicuramente le fai meglio. L’allegria non deve però sfociare nell’euforia“.

Sull’esame Napoli:Ogni gara è un esame per i giocatori e per l’allenatore. Questo è un esame difficile. E’ una gara fondamentale per capire la nostra dimensione, però sarà importante la prestazione“.

Sul mercato:Non mi va di parlare di mercato a 5 giorni dalla chiusura, e alla vigilia di una partita così importante. La società sa quali sono i miei pensieri“.

Sull’esperienza di Montella: “Le esperienze di danno nuove conoscenze, un compito dell’allenatore è di portare avanti le proprie idee ma di adattarsi anche alle qualità dei giocatori a disposizione“.

Sul panico degli ultimi minuti col Torino:Voglio sperare che non sia panico. La personalità dei giocatori può crescere quando si cresce anche nell’idea di calcio, quando si hanno sicurezze“.

Su Niang:Non è calato solo lui negli ultimi 20 minuti, ma tutta la squadra. Però è calata a livello mentale e non fisico. Vuol dire che la testa che comanda i muscoli e non viceversa. Bisogna crescere nella tenuta mentale”.

Su Romagnoli:Sono contento che la società abbia ritenuto Alessio insostituibile. Può crescere, è un ragazzo italiano, sono felice di questo. Mi auguro che non si faccia distrarre da questi ultimi giorni di mercato“.

Su Gomez:Sulla sua individuazione eravamo tutti d’accordo, ha forza fisica, è sempre concentrato. Si deve inserire nel nostro calcio e deve essere meno individualista ma più di reparto. Domani credo che farà una bella partita“.

Su Napoli senza Higuain:Quando hai questi calciatori la squadra spesso si appoggia a loro, se non li hai possono mancare“.

Sui miglioramenti:Le risposte vere le vedo in allenamento, però la risposta ve la dò domani dopo la partita con il Napoli“.

Sul Milan:Il Milan l’anno scorso ha fatto grandi prestazioni poi nelle gare successive ha avuto cali di tensione. Vorrei mettere nel cassetto la gara col Torino, ora pensiamo al Napoli. Abbiamo ricevuto pure troppi complimenti”.

Su Sosa e Gomez:E’ la prima per loro, possono giocare e scendere in campo, dipende dal minutaggio ovviamente”.

Sulla gara: “Affrontiamo una squadra molto difficili ma noi portiamo avanti i nostri principi, dobbiamo saper interpretare i momenti della gara meglio dell’avversario”.

Sul Napoli:Affrontiamo una squadra che può competere per lo scudetto, è una squadra che ha perso Higuain, sono più avanti sotto il punto di vista fisico. Mi aspetto una grande prestazione più che il risultato. Vorrei vedere una squadra che abbia personalità e temperamento per competere a questi livelli”.

Sul terremoto:Ringrazio la croce rossa e volontariato, sono d’aiuto alle persone colpite, sono vicino alle persone che hanno bisogno”.

Leave a Reply