Tour de France, tappa 21: presentazione e radiocronaca

By 24 luglio 2016 News No Comments
logo tour de france

Il Tour de France 2016 vive le sue ultime emozioni nella ventunesima tappa di questa edizione numero 103. Come al solito il programma conclusivo prevede la passerella a Parigi con arrivo sugli  Champs-Élysées, occasione per i velocisti di giocarsi l’ultima vittoria nella corsa più importante della stagione. La frazione sarà trasmessa in diretta radio a partire dalle 18.00 su http://radiogoal24.it/ e su http://www.spreaker.com/ canale RadioGoal24.

PRESENTAZIONE VENTUNESIMA TAPPA

Come da tradizione non ci sono particolari difficoltà altimetriche nell’ultima tappa, con i 113 km in programma inaspriti dalla sola Cote de l’Ermitage, quarta categoria posto al chilometro 32. In quella fase comunque i corridori staranno probabilmente procedendo a ritmo blando, in quell’atmosfera da ultimo giorno di scuola vissuta ogni anno prima di entrare nel circuito parigino. Il tracciato cittadino di 7 km verrà affrontato otto volte prima di iniziare l’ultimo giro, quello decisivo per l’assegnazione della vittoria di tappa sugli Champs-Élysées.

FAVORITI VENTUNESIMA TAPPA

Dopo le fatiche sulle Alpi, i velocisti superstiti si giocheranno il successo di giornata, in cui conterà aver risparmiato energie nei giorni scorsi e aver recuperato bene. Dopo il forfait di Mark Cavendish i favoriti sono i tedeschi Andrè Greipel (Lotto Soudal) e Marcel Kittel (Etixx Quick-Step), finora delusi dal magro bottino ottenuto in quest’edizione della corsa. Già a quota tre vittorie e con la maglia verde sulle spalle, Peter Sagan (Tinkoff) cercherà il poker per aggiungere la lode a un Tour vicino alla perfezione. E’ in crescita di condizione Alexander Kristoff (Team Katusha), a un passo dal colpaccio a Berna e intenzionato a riscattare un’edizione poco fortunata. Gli outsider rimangono Dylan Groenewegen (Lotto NL-Jumbo) e Sondre Holst Enger (IAM Cycling), che insieme a Daniel McLay (Fortuneo Vital-Concept) e Cristophe Laporte (Cofidis) cercheranno di migliorare i piazzamenti ottenuti finora. E’ probabile che si butteranno nella mischia anche i velocisti meno puri, come John Degenkolb (Giant-Alpecin), Michael Matthews (Orica Bike-Exchange) ed Edvald Boasson Hagen (Dimension Data), quest’ultimo diventato capitano a seguito del forfait di Cavendish. Probabile che qualche finisseur cerchi di beffare il gruppo anticipando la volata: l’ultimo a riuscirci fu Alexandre Vinokourov, attuale ds dell’Astana, nel 2005.

Leave a Reply