Tour de France, tappa 19: presentazione e radiocronaca

By 22 luglio 2016 News No Comments
logo tour de france

Ultimo arrivo in salita al Tour de France, che nella frazione odierna presenta numerose asperità e la penultima occasione per stravolgere la classifica. Attaccare la maglia gialla di Chris Froome non sarà semplice, ma la lotta per conquistare le altre due posizioni sul podio sarà serrata. La tappa verrà trasmessa in diretta radio a partire dalle ore 15.30 su http://radiogoal24.it/ e su http://www.spreaker.com/ canale RadioGoal24.

PRESENTAZIONE DICIANNOVESIMA TAPPA

I 146 km da Albertville a Saint-Gervais Mont Blanc collocano la frazione odierna in seconda posizione per lunghezza tra le tappe in linea. L’inizio è subito in salita con il Collet de Tamiè, 8,1 km al 7%, sebbene non sia considerata valida per assegnare punti per la maglia a pois. Il Col de la Forclaz de Montmin (1^ cat., 9,8 km al 6,9%) e il Col de la Forclaz de Queige (2^ cat., 5,6 km al 7,8%) serviranno a mettere fatica nelle gambe dei corridori in vista delle asperità più dure. Al chilometro 83 inizierà il Montèe de Bisanne, hors categorie di 12,4 km all’8,2%. Dopo lo scollinamento circa 40 chilometri di pianura e discesa porteranno la corsa ai piedi della salita finale, i 9,8 km all’8% verso il traguardo di Saint-Gervais Mont Blanc (prima categoria).

 FAVORITI DICIANNOVESIMA TAPPA

Dopo tante fughe andate in porto, è probabile che siano gli uomini di classifica a giocarsi la vittoria di giornata. Per questo il favorito è sempre Chris Froome (Sky), già vincitore di due frazioni in quest’edizione. Oltre al britannico il più in forma sembra essere Richie Porte (BMC), l’unico in grado di rimanere con lui sulle salite più dure. Deve provare a dare una svolta al suo Tour Nairo Quintana (Movistar), che può contare sull’appoggio di Alejandro Valverde per cercare il colpaccio. Molto brillante nella cronoscalata di ieri, anche Fabio Aru (Astana) può cullare ambizioni di vittoria. Proverà ad attaccare per entrare nei primi tre Romain Bardet (AG2R), abbastanza pimpante finora sulle Alpi. Sembrano in calo di condizione invece Bauke Mollema (Trek-Segafredo) e Adam Yates (Orica Bike-Exchange), che cercheranno di difendere il podio più che di portare a casa il successo di oggi. Proveranno a sorprendere gli altri big Joaquim Rodriguez (Team Katusha), Daniel Martin (Etixx Quick-Step), Louis Meintjes (Lampre-Merida) e Roman Kreuziger (Tinkoff).

Leave a Reply