Tour de France, 15a tappa: presentazione e radiocronaca

By 17 luglio 2016 News No Comments
logo tour de france

Sei salite da scalare e un percorso adatto agli attacchi da lontano: la quindicesima tappa del Tour de France si apre a diverse interpretazioni, con gli uomini di classifica che hanno terreno fertile per attaccare Chris Froome. Probabile tuttavia che la vittoria di giornata andrà a un fuggitivo. La frazione verrà trasmessa in diretta radio a partire dalle 15.30 su http://radiogoal24.it/ e su http://www.spreaker.com/ canale RadioGoal24.

PRESENTAZIONE QUINDICESIMA TAPPA

I 160 km da Bourg-en-Bresse a Culoz presentano davvero pochissima pianura, con sei salite e numerose discese impegnative. La prima difficoltà è il Col du Berthiand, prima categoria di 6 km all’8,1%, seguito da Col du Sappel (2^ cat. di 8,8 km al 5,6%), il Col de Pisseloup (4,9 km al 5,8%, 3^ cat.) e il Col de la Rochette (5,1 km al 5,4%, 3^ cat.). La corsa esploderà a partire dal chilometro 100, quando verranno scalati i 12,8 al 6,8% di pendenza media del Grand Colombier, unica salita Hors Categorie in programma oggi. Una lunga discesa e un breve tratto in pianura porteranno i corridori ai piedi dei Lacets du Grand Colombier, prima categoria di 8,4 chilometri con una pendenza del 7,6%. Lo scollinamento è posto a 14 km dall’arrivo, cinque di discesa e nove pianeggianti.

SITUAZIONE IN CORSA

In cima al Col du Sappel la situazione in corsa vede 30 corridori in fuga con un vantaggio di 5’37” nei confronti del gruppo maglia gialla, tirato dal Team Sky. Questa è la composizione del drappello di fuggitivi, che realisticamente si giocheranno il successo di tappa:

Ion Izagirre e Nelson Oliveira (Movistar), Vincenzo Nibali e Tanel Kangert (Astana), Rafal Majka (Tinkoff), Domenico Pozzovivo e Alexis Vuillermoz (AG2R La Mondiale), George Bennett (Lotto NL – Jumbo), Haimar Zubeldia (Trek – Segafredo), Stef Clement, Jerome Coppel e Jarlison Pantano (IAM Cycling), Pierre Rolland, Tom-Jelte Slagter e Dylan Van Baarle (Cannondale – Drapac), Serge Pauwels (Dimension Data), Tom Dumoulin (Giant – Alpecin), Steve Morabito e Sebastian Reichenbach (FDJ), Bartozs Husarski (Bora – Argon 18), Alberto Losada e Ilnur Zakarin (Katusha), Kristjan Durasek, Tsgabu Grmay e Jan Polanc (Lampre – Merida), Romain Sicard e Thomas Voeckler (Direct Energie), Julian Alaphilippe (Etixx – QuickStep), Daniel Navarro (Cofidis) e Ruben Plaza (Orica – BikeExchange).

Leave a Reply