#Euro2016 – Croazia, il comunicato della federazione: “Ostaggi di un gruppo di teppisti”

02e8ca56-bf3e-4a9b-974d-22cf2ed8fedb_large

Purtroppo di brutti episodi in questi Euro 2016 ce ne sono stati fin troppi, sopratutto per quanto riguarda scontri fra tifoserie. L’ultimo, in ordine cronologico, è stato quello di ieri pomeriggio, fra i tifosi della Repubblica Ceca e quelli della Croazia, che si sono resi protagonisti di lanci di petardi e fumogeni in campo. Per la nazionale in arrivo una pesante multa, anche se la paura è un’altra: “Partita contro la Spagna? Vediamo, forse ci cacciano prima” ha dichiarato la stella Rakitic al termine del match pareggiato. Una presa posizione così pensate è alquanto improbabile, ma resta il fatto che la federcalcio croata ha dovuto diramare un comunicato ufficiale prendendo posizione sui fatti di ieri: “La Federcalcio croata – si legge – vuole ringraziare tutti i veri croati, oltre 10.000 a Saint-Etienne, per il fantastico supporto alla nostra Nazionale dal primo fino all’ultimo minuto contro la Repubblica Ceca. Va notato che questo gruppo ha detto per la prima volta un deciso NO alla violenza, razzi, intolleranza e discriminazione con fischi per un tentativo degli hooligan di interrompere l’incontro“. “La Federcalcio croata – un altro estratto del lungo comunicato – si scusa con gli spettatore di Saint-Etienne, con il pubblico televisivo e con la Nazionale di calcio della Repubblica Ceca per il comportamento dei teppisti che non rappresentano i tifosi croati”. Nel testo c’è anche un atto d’accusa diretto al governo croato: “Gli incidenti di Saint-Etienne è il prodotto della passività dello stato croato, e oggi siamo diventati tutti ostaggi di un gruppo di teppisti“.

Leave a Reply