Belgio-Italia 0-2, Giaccherini e Pellé stendono i Diavoli Rossi: report e pagelle

GIACCHERINI GOAL

Dopo il pareggio tra Irlanda Svezia, scendono in campo le due grandi favorite del Gruppo E: Belgio Italia. La Nazionale di Wilmots parte con i favori del pronostico ma il Ct azzurro Antonio Conte crede nella sua squadra. Arbitra l’inglese Clattenburg.

LA CRONACA:

Parte bene l‘Italia con una grande pressione, creando non pochi grattacapi alla lenta difesa fiamminga ma la prima vera occasione ce l’ha il Belgio con la staffilata da fuori di Nainggolan che, però, trova solamente i guantoni di Gigi Buffon, bravo a deviare in calcio d’angolo; nell’occasione molto bravo Lukaku nella sponda aerea per il centrocampista della Roma. Al 22′ è ancora Nainggolan a rendersi pericoloso con un destro dai 20 metri che finisce largo alla destra del portiere azzurro. Proteste azzurre al 23′ quando Ciman, in scivolata, tocca Giaccherini in area di rigore ma per Clattenburg non c’è nulla. Al 29′ buona occasione per l’Italia con Graziano Pellé che prova il destro a giro da fuori ma la palla si spegne a lato alla sinistra di Courtois, che comunque era sulla traiettoria. Al 32′ arriva il vantaggio per l’Italia: lancio millimetrico di Bonucci da centrocampo per Giaccherini che, da solo in area, controlla col sinistro e batte Courtois col destro per la gioia di Antonio Conte e di tutta la panchina azzurra. Al 35′ un gran sinistro di Candreva dal limite dell’area di rigore chiama agli straordinari il portiere belga che devia in angolo. Sull’angolo seguente clamorosa occasione per Pellé che, su sponda di Parolo, si trova solo in area piccola a porta praticamente sguarnita ma colpisce male indirizzando il pallone ad un soffio dal palo. Ancora Belgio, ma sempre con i tiri da fuori: stavolta è Witsel, al 39′, a provare il jolly dal limite dell’area col pallone che finisce nuovamente largo. Dopo 1′ minuto di recupero, l’arbitro inglese manda le squadre negli spogliatoi.

La prima occasione del secondo tempo ce l’ha l’Italia con Candreva che, al 53′, viene fermato da un’ottima scivolata di Vertonghen che mette la palla in angolo sul cross dell’esterno laziale. Erroraccio sul calcio d’angolo successivo e ripartenza letale del Belgio con De Bruyne che serve Lukaku che, a tu per tu con Buffon, calcia però di poco alto. Al 54′ altra occasione per l’Italia con il colpo di testa perentorio di Pellé che trova la grandissima risposta di Courtois. Al 56′ squillo di Hazard: il centrocampista del Chelsea prova con un sinistro potente da fuori che però risulta centrale e si “spegne” tra i guantoni di Buffon. Al 58′ primo cambio per Antonio Conte: fuori un impreciso Darmian, entra De Sciglio. Al 62′ prima sostituzione anche per Wilmots che, a sorpresa, toglie Nainggolan per inserire il napoletano Dries Mertens. Al 65′ arriva anche il primo cartellino giallo all’indirizzo di Giorgio Chiellini reo di aver strattonato Hazard che stava ripartendo in contropiede. Al 73′ secondo cambio tra le file dei Diavoli Rossi: fuori un evanescente Lukaku e dentro il giovanissimo Origi. Al 74′ clamoroso errore di Candreva sulla trequarti: l’esterno della Lazio con un passaggio in orizzontale dà il via alla ripartenza del Belgio che viene interrotta da Eder che “placca” Mertens, beccandosi il cartellino giallo. Al 75′ cambio da entrambe le parti: Conte inserisce Immobile per Eder, mentre Wilmots rischia il tutto per tutto con l’ingresso di Ferreira-Carrasco al posto di Ciman. Altro giallo, stavolta a Bonucci, per un fallaccio al 77′ su Origi. Al 78′ esce un buon Daniele De Rossi, sostituito dal tanto criticato n°10 Thiago Motta. All’81 ci prova Mertens con il solito destro a giro che viene deviato in calcio d’angolo, con Buffon che protesta veementemente contro l’arbitro. Ancora Belgio all’82’ con Origi che, sfruttando l’errore di posizionamento di Barzagli, si ritrova in area piccola da solo ma la sua spizzata di testa finisce alta sopra la traversa. All’84’ anche Thiago Motta finisce sulla lista dei “cattivi” di Clattenburg. Sul capovolgimento di fronte Ciro Immobile lascia partire una cannonata da fuori area e, al Belgio, serve un super intervento di Courtois per evitare lo 0-2. Al 91′ primo cartellino giallo anche in casa Belgio nei confronti di Vertonghen, per proteste. Al 92′ arriva anche il 2-0 per l’Italia: ripartenza di Immobile, palla sulla destra per Candreva che controlla e pennella per Pellé che al volo col destro insacca da pochi passi. Dopo 3′ minuti di recupero Clattenburg manda le squadre negli spogliatoi.

Vittoria meritata per l’Italia che, senza mai rischiare veramente, conduce il match con grande sapienza tattica e colpisce nei momenti giusti.

LE PAGELLE:

Belgio (4-2-3-1): Courtois 6.5; Ciman 5.5 (dal 75′ Ferreira-Carrasco 6), Anderweireld 5.5, Vermaelen 5.5, Vertonghen 5; Witsel 5.5, Nainggolan 6 (dal 62′ Mertens 6); Hazard 6, Fellaini 5, De Bruyne 5; Lukaku 5 (dal 73′ Origi 6)

Italia (3-5-2): Buffon 6; Bonucci 7, Barzagli 6.5, Chiellini 6; Candreva 7.5, De Rossi 6.5 (dal 78′ Thiago Motta s.v.), Giaccherini 7, Parolo 6.5, Darmian 5 (dal 58′ De Sciglio 6); Pellé 6, Eder 6 (dal 75′ Immobile 6)

Leave a Reply