Germania-Ucraina 2-0, Mustafi e Schweinsteiger decidono il match: report e pagelle

Bastian-Schweinsteiger--006

Debutto positivo, almeno per quanto concerne il risultato, per la Germania Campione del Mondo che supera 2-0 un’ottima Ucraina grazie al colpo di testa di Mustafi e la rete in extra-time di Bastian Schweinsteiger.

LA CRONACA:

Parte forte l’Ucraina che non attende la Germania ma anzi cerca di giocarsela alla pari, già al 4′ minuto rischia di trovarsi in vantaggio con una occasione cristallina dove Neur è costretto a un miracolo togliendo la palla dall’incrocio sul tiro al volo dal limite di Konoplyanka. L’armata tedesca non rimane a guardare e al 12′ ha la prima palla goal sui piedi di Hector che però svirgola il pallone dopo una grande sponda di Thomas Muller che poi va a recupera il pallone ma viene fermato da un perentorio Pyatov. Nonostante la Germania è messa veramente in difficoltà dagli avversari, riesce a passare in vantaggio al 19′ con un goal dell’ex sampdoriano Mustafi che devia di testa la punizione battuta al lato da Toni Kroos, Pvatov non può fare molto e la palla si insacca in rete. La squadra di Fomenko però è tutt’altro che morta e per poco non trova il pareggio al 27′ dove Neur fa un altro miracolo dei suoi con un riflesso felino si oppone al colpo di testa ravvicinato del difensore Khacheridi dopo l’angolo battuto da Konoplyanka. L’Ucraina si getta in avanti ma rischia nelle retrovie al 30′ Khedira si ritrova dopo un lancio lungo di Muller solo in area, aggancia la palla al volo ma spara addosso a un grande Pyatov. La partita è veramente vivace occasioni da una parte e dall’altra, ma è l’Ucraina ad andare più vicino al goal prima con Shevchuk al 31’che di sinistro lascia partire un tiro fuori area di poco al lato di Neur e poi con Konoplyanka, l’attaccante riceve un cross in area, spara di sinistro il pallone che supera Neur e rimbalza su Boateng andando verso la porta vuota ma lo stesso difensore si immola e riesce a salvare sulla linea. Al39′ riescono finalmente a segnare gli ucraini con Fedetskiy che vince un rimpallo con Neur ma il goal viene annullato giustamente perché il difensore era in chiara posizione inregolare.Sul finale di primo tempo la Germania viene chiusa nella propria metà campo ma il risultato resta fermo sull’1-0.

Nel secondo tempo le squadre rientrano con gli stessi giocatori della prima frazione di gara. La Germania sembra voler chiudere la partita con una più cauta Ucraina che si chiude dietro la linea della palla. Tedeschi costretti quindi ai tiri da fuori prima con Draxler al 47′ con una palla a  giro che però viene deviato al lato senza tanti problemi da Pyatov e con Kroos al 51′ con uno dei suoi grandi tiri da fuori che però va alto di poco. Neur deve intervenire con un’altra grande parata al 57′ dopo una punizione di Rakitskiy che supera la barriera ma trova pronto il portiere. Prova a dare una scossa ai suoi Fomenko cambiando la punta Zozulya poco incisivo in questo esordio per Seleznyov. La partita sembra addormentarsi molti errori, giocate lente e macchinose. Squadre che appaiono stanche nonostante i cambi con Ucraina che cambia un altro attaccante al 73′ esce Kovalenko per Zinenko e Germania fa entrare al 78′ Shurrle per Daxler. Shurrle l’unico entrato dalla panchina dei tedeschi cerca di lasciare il segno sfruttando la fatica degli avversari, all’82’ supera un difensore con un gran tunnel ma tira lento a lato, all’84’ sempre il neoentrato viene lanciato verso la porta ma Pyatov lo anticipa con una grande uscita. Il portiere si impone anche all’ 87′ su Ozil che solo davanti la porta spara sul portiere. Sulla stessa azione Pyatov lancia lungo pallone direttamente a Mustafi che scarica dietro per Neur preso in contropiede con Boateng costretto di nuovo a salvare la porta prima dell’arrivo di Seleznyov. Questa occasione riaccende la partita e gli ucraini che ci provano e si lanciano in avanti. Loewe decine nel recupero di far entrare Schweinsteiger per Gotze, ed è proprio il centrocampista del Manchester United a chiudere la partita al 92′ con un goal in contropiede. Finisce così la partita una brutta Germania strappa i tre punti a una buona Ucraina a cui è mancato solo un goleador che la mettesse dentro come i vecchi tempi con Shevchenko.

LE PAGELLE:

Germania: Neuer 8; Mustafi 7.5, Hector 6, Höwedes 5.5, Boateng 6.5; Khedira 6.5, Kroos 6.5; Özil 5, Draxler 5.5 (78′ Shurrle 6), Müller 5.5; Götze(91′ Schweinsteiger 7).

Ucraina: Pyatov 6.5; Khacheridi 6, Fedetskiy 5.5, Rakitskiy 6, Shevchuk 5; Sydorchuk 6.5, Yarmolenko 5.5, Stepanenko 5.5, Konoplyanka 6; Kovalenko 5.5 (73′ Zinenko 5.5); Zozulya 5 (66’Seleznyov 6 )

Leave a Reply