Galles-Slovacchia 2-1, Duda risponde a Bale, ma Robson-Kanu fa saltare il banco: report e pagelle

Galles esultanza

La prima volta non si scorda mai: il Galles, all’esordio assoluto in un Europeo come la Slovacchia, vince con netto merito e si aggiudica i primi tre punti in palio. A Bordeaux, finisce 2 a 1 per Bale e compagni. Vantaggio gallese con una punizione di Bale, pareggio di Duda appena entrato in campo, ma nel finale Robson-Kanu regala il successo ai dragoni. Nel finale, clamoroso il palo di  Nemec che poteva valere il pareggio.

LA CRONACA:

I flash sono tutti per Bale e Hamsik. Mister cento milioni e Ramsey guidano il Galles del CT Coleman, mentre dall’altra parte Hamsik e l’ex pescarese Weiss agiscono alle spalle dell’unica punta Duris.

Parte meglio la Slovacchia che, dopo appena 3’, sfiora il vantaggio con Hamsik. Il napoletano ruba palla a Bale sulla trequarti gallese, salta due avversari e, dall’interno dell’area, calcia a botta sicura con Davies che si immola salvando sulla linea. Ma il Galles, passata la paura, inizia a crescere e al minuto 10’ passa in vantaggio. Calcio di punizione dalla distanza di Bale: palla che prende una strana traiettoria e beffa Kozacik non esente da colpe. La Slovacchia accusa il goal subito, anche perché a parte Kucka e Hamsik, il resto della squadra sembra essere rimasta negli spogliatoi. Al 20’ ci prova Ramsey con un destro da fuori area, ma questa volta Kozacik blocca senza problemi. La gara inizia a farsi nervosa con entrate al limite del regolamento, anche se il norvegese Moen lascia correre moltissimo, estraendo un solo cartellino giallo. Al 32’ Galles che chiede un calcio di rigore per un intervento falloso di Skrtel ai danni di Williams, ma il direttore di gara lascia correre. Prima del riposo c’è tempo per assistere ad un cross velenoso di Hamsik, con capitan Skrtel che non riesce ad arrivare sulla sfera.

La ripresa si apre come si era chiusa la prima frazione: Slovacchia in netta difficoltà e Galles che prova a sfruttare la velocità dei suoi giocatori. Al 48’ Durica rischia grosso nella propria area con Ramsey che viene fermato dal fischio del direttore di gara. Jan Kozak non è contento dei suoi: urla e si sbraccia in panchina, anche perché al 54’ Mak calcia alto da buona posizione. Ma è un fuoco di paglia l’azione della Slovacchia, perché due minuti dopo è Bale di testa a mettere i brividi a Kozacik, bravo questa volta a dire di no al gallese. Al 60’ Kozak si gioca le carte Nemec e Duda, cambiando modulo e la mossa risulta essere azzeccata. Non passa nemmeno un minuto e la Slovacchia pareggia: Mak se ne va sulla destra, pallone per il neo entrato Duda che, dall’interno dell’area, insacca con un sinistro rasoterra. La Slovacchia prende coraggio, il Galles abbassa un po’ il baricentro e al 65’ Kucka calcia dalla distanza, con Ward costretto a salvarsi in angolo. La gara rimane in bilico, Ramsey (73’) di testa manda sopra la traversa, Hamsik da una parte e Bale dall’altra provano a far saltare il banco, ma al minuto 81’ ci pensa Robson-Kanu a far esplodere i tifosi gallesi. Ledley lancia Ramsey che sembra perdere l’equilibrio ma in realtà serve la palla a Robson-Kanu che con una conclusione sporca batte Kozacik. Nel finale la Slovacchia si getta tutta in attacco e al minuto 86’ va vicinissima al pareggio. Cross dalla sinistra di Mak, Nemec anticipa Williams, ma il suo colpo di testa si infrange sul palo.

LE PAGELLE:

GALLES (3-5-2): Ward 6, Chester 6.5, A. Williams 6, Davies 6, Gunter 6, Allen 6, Ramsey 6.5 (88’ Richards ng), Edwards 5.5 (69’ Ledley 6), Taylor 6, J. Williams 5.5 (71’ Robson-Kanu 7), Bale 7.5

SLOVACCHIA (4-2-3-1): Kozacik 6, Pekarik 6, Skrtel 5.5, Durica 6, Svento 6, Kucka 6, Hrosovsky 5.5 (60’ Duda 7), Mak 6.5, Hamsik 6.5, Weiss 6 (83’ Stoch ng), Duris 5 (59’ Nemec 5.5)

Leave a Reply