#Liga – Barcellona, Dani Alves: “Le porte bisogna saperle chiudere al momento giusto”

FC Barcelona v Sevilla FC - La Liga

Messaggio d’amore scritto ai tifosi da Daniel Alves, terzino brasiliano del Barcellona, che annuncia nel migliore dei modi il suo addio alla squadra catalana:

Tra un mese, saranno otto anni dal mio arrivo al Barcellona. Nel luglio del 2008 sono entrato per la prima volta in questo club e ho preso posto nello spogliatoio in cui ho i vissuto gli anni più importanti della mia carriera professionale. Sin dal primo giorno, sin dal primo allenamento agli ordini di Pep Guardiola, fino all’ultimo di questa stagione appena conclusa, ho avuto la fortuna di poter giocare a calcio in maniera passionale.

Ho decine, centinaia di immagini in mente dei momenti divisi con tutti voi al Camp Nou, in tutti i grandi stadi del mondo, nelle strade di Barcellona. Tante esultanze, tanta felicità, tanti titoli. Sono un privilegiato, un calciatore che lavora, a cui la vita ha permesso di vestire la maglia del miglior club al mondo, in una decade prodigiosa, per la qualità dei suoi giocatori e dei suoi allenatori.

Potrei menzionare uno per uno gli straordinari compagni con cui ho avuto il piacere di superare sfide e difficoltà in tanti modi, ogni volta che si sono presentate. Però preferisco un ringraziamento collettivo, perché nello spogliatoio del Barça non c’è spazio per le individualità. Vinciamo uniti, perdiamo uniti. E lavoriamo uniti. Dal presidente agli allenatori al corpo tecnico, a tutti i dipendenti del club vanno i miei ringraziamenti perché ho sempre visto ricompensati i miei sforzi con la fiducia e con il loro supporto“.

Con questo messaggio non mi licenzio, voglio solo far sapere che ho preso la decisione di inseguire una nuova sfida per la mia carriera, perché le porte si deve saperle aprire, sfruttare e chiudere quando arriva il momento giusto. E il mio momento è questo. Vado via, però tornerò, perché sono un culé. Grazie per avermi fatto sentire tanto stimato

Leave a Reply