#GiroDItalia – 9° tappa: Roglic vince la crono, Brambilla tiene la Maglia Rosa

roglic

Risultato a sorpresa nella nona tappa del Giro d’Italia, la cronometro di 40,5 chilometri da Radda in Chianti a Greve in Chianti: a trionfare è Primoz Roglic, al suo primo successo nella corsa rosa, mentre Gianluca Brambilla conserva la maglia per un solo secondo sul compagno di squadra Bob Jungels.

La corsa contro il tempo è stata fortemente condizionata dalle condizioni meteorologiche, con la pioggia arrivata nel pomeriggio a rallentare la prestazione degli uomini di classifica. Ad approfittarne è il giovane sloveno della Lotto NL-Jumbo Roglic, che ferma il cronometro dopo 51’45” per la prima vittoria importante della sua carriera. Alle sue spalle si piazzano due corridori della IAM Cycling, Matthias Brandle (51’55”) e Vegard Laengen (52’02”), davanti a Fabian Cancellara (52’13”) e Anton Vorobyev (52’15”): tutti corridori partiti con il sole, prima che alle 15 iniziasse a piovere sul percorso.

Tra gli uomini di classifica il migliore è Bob Jungels, che parte per difendere la maglia bianca e finisce con lo sfiorare la rosa. Il lussemburghese chiude in 52’30” e sfiora l’impresa, rimanendo dietro a Gianluca Brambilla nella generale per un solo secondo. Dumoulin delude e arriva quindicesimo a 1’58”, Amador decimo risale qualche posizione in classifica. Tra i big Nibali fa registrare 53’58” e recupera una manciata di secondi a Valverde (54’09”) e Landa (54’05”), la gran sorpresa di giornata. Si difende bene anche Kruijswijk, che con 54’08” mantiene la terza posizione in classifica generale. Crollano  invece Rigoberto Uran (55’57”) e Ilnur Zakarin (55’36”), quest’ultimo fermato da due cadute e una foratura. Perdono terreno anche gli scalatori puri come Pozzovivo (55’24”), Majka (54’41”) e Chaves (55’33”).

La classifica vede quindi Gianluca Brambilla mantenere la maglia rosa con un secondo di vantaggio sul compagno di squadra della Etixx Bob Jungels e 32 sul gregario della Movistar Amador. Il capitano della Lotto NL-Jumbo Kruijwijk (a 51”) precede Nibali (a 53”) e Valverde (a 55”), con Domoulin rientrato in classifica a 58” e Landa vicino a 1’18”. Chiudono la top ten Majka (1’45”) e Fuglsang(1’51”), con Zakarin, Pozzovivo e Chaves a ridosso.

Leave a Reply