Milan, Diego Lopez: “Mihajlovic mi ha mancato di rispetto. Futuro? Vorrei giocare in Premier”

Diego Lopez

In un’intervista fiume rilasciata a Marca Diego Lopez ha parlato di diversi argomenti. In primis ha tenuto ha precisare come ha vissuto al Milan sotto la guida di Sinisa Mihajlovic: “Il suo comportamento mi ha sorpreso, ha fatto molte cose strane nei miei confronti, poi è arrivato il mio infortunio al ginocchio e il ragazzo (Donnarumma) ha fatto molto bene in campo. C’è stato qualcosa di strano non so perché – ha aggiunto il portiere spagnolo in base a quanto ripreso dal sito di Repubblica - Una volta dopo venti minuti di partita, per non aver giocato un pallone corto, l’allenatore fece scaldare un altro portiere; in un’altra occasione, dopo aver subito un gol, si mise a fare gestacci verso la panchina. Mi ha mancato di rispetto e non so quale fosse il suo interesse nel farlo, so che dietro il suo atteggiamento nei miei confronti c’era qualcosa di strano. Nel calcio le cose vanno e vengono, però io non mancherò mai di rispetto a nessuno“.

L’ex Real Madrid ha anche detto la sua su Christian Brocchi, attuale timoniere dei rossoneri: “È giovane e gli piace che si giochi bene al calcio, però ha bisogno di tempo per poter raggiungere il suo obiettivo“.

Poi i rimpianti: “Sarei potuto restare, è vero ma non ci voleva molto a capire che me ne sarei dovuto andare. Quando arrivò Keylor (Navas) con Iker (Casillas)eravamo tre portieri, mi chiamarono e mi dissero che ne servivano solo due. Il Milan mi permetteva di migliorarmi ed era una buona scelta anche per la mia famiglia. – ha spiegato Diego Lopez -Un anno dopo devo ammettere che ho pensato che forse mi ero sbagliato, ma la prima stagione in Italia per me è stata molto positiva. Se dico che è stato un errore andare via dal Real è perché è difficile lasciare la migliore squadra del mondo quando si è titolari“.

La chiosa finale è sul suo futuro: “Ho ancora due anni di contratto ma non chiudo nessuna porta.  Mi dispiacerebbe finire la mia carriera senza aver giocato in Premier, però ho 34 anni e il tempo sta per finire“.

Leave a Reply