Roma-Chievo Verona 3-0, tris giallorosso aspettando il Napoli: report e pagelle

nainggolan

Nell’ultima partita stagionale in casa, la Roma domina e vince per 3-0 contro un Chievo che può poco contro l’armata giallorossa, ora momentaneamente al secondo posto a +1 dal Napoli in scena stasera a Torino. Una Roma bella e divertente incanta l’olimpico con gli avversari che ci provano ma sono anche sfortunati a perdere Radovanovic e Gobbi per infortunio al primo tempo e prende un palo con Mpoku al secondo. Ora alla Roma tocca solo credere in un passo falso del Napoli e vincere settimana prossima in trasferta contro il Milan.

La cronaca:

La Roma parte subito forte chiudendo il Chievo nella propria metà campo che è costretto a qualche contropiede, spesso bloccato sul nascere o che non riesce a creare particolari problemi alla difesa giallorossa. La Roma prova spesso il fraseggio in area come nell’occasione al 9′ quando Salah in area, scarica un pallone sulla sinistra nella corsia del terzino Lucas Digne, che prova la botta ma Bizzarri devia facilmente in angolo. All’ 11′ sempre il terzino francese vola sulla fascia appoggia al centro per Nainggolan che da fuori area prova il tiro ma è facile preda del portiere del Cievo. Al 15′ ancora Roma stavolta con Diego Perotti, che ci prova fuori area con un tiro a giro di poco sopra la traversa grazie anche a una deviazione della difesa veronese. La Roma alla fine però riesce a passare con il goal del belga Nainggolan, grazie a una azione classica giallorossa che pesca il belga in area cerco il triangolo con Salah fermato dal Chievo ma pallone che ritorna al numero 4 giallorosso che tira e segna. Il Chievo già in difficoltà è anche sfortunato quando perde al 26′ Gobbi e al 30′ Radovanovic dopo brutto scontro con Alessandro Florenzi. Rispettivamente al loro posto entrano Mpoku e Pinzi. Chievo che con le sostituzioni diventa più offensivo ma la musica non cambia sempre la Roma in avanti che al 38′ trova il raddoppio con il centrale di difesa Rudiger, punizione di Miralem Pjanic sulla sinistra cross al centro sul secondo palo che supera il portiere Bizzarri, stacca solo Rudiger che segna in posizione al limite del fuorigioco. Per il Chievo sul finale una punizione dalla distanza trova pronto il portiere giallorosso Szczesny che devia in angolo volando sotto gli incroci.

Chievo entra in campo togliendosi anche la terza sostituzione, entra Sardo per Castro. Il neo entrato si fa trovare subito pronto con un colpo di testa che esce di poco a lato dopo una punizione di Mpoku. La Roma riprende subito in mano il gioco che all’ 11′ ci riprova con Perotti da fiuori area dopo uno scambio con Nainggolan ma pallone fuori di poco. Il Chievo riparte però sfiorando la rete, sull’azione successiva con Mpoku che davanti il portiere Polacco giallorosso prende il palo.A l 13′ stadio in delirio esce Salah ed entra il capitano Francesco Totti alla sua seicentesima partita in serie A. Altra ovazione dell’olimpico al 20′ entra Kevin Strootman il talento olandese tanto atteso prende il posto di Daniele De Rossi. Il Chievo prova la disperata rimonta con il colpo di testa di Pellissier, Szczesny decisivo nel deviare il pallone in angolo. La Roma per evitare problemi prova a chiuderla, El Shararaawy con un tiro a giro straordinario obbliga Bizzarri al miracolo, lo stesso attaccante giallorosso subito dopo esce dal campo al posto del giovane Emerson Palmieri al 26′.La Roma la chiude ufficialmente all’80’, azione straordinaria giallorossa, Strootman appoggia a Totti che con un geniale diagonale serve un pallone in area per Pjanic che può solo metterla dentro davanti a Bizzarri. Finisce così la partita all’Olimpico ottima prova per i giallorossi che salutano a fine gara i propri tifosi per l’ultima volta in stagione, uscendo tra gli applausi.

Le pagelle:

Roma (4-3-3): Szczesny 6.5; Florenzi 6, Manolas 6.5, Rudiger 7.5, Digne 7; Pjanic 7.5, De Rossi 6.5 (Strootman 6.5), Nainggolan 8; Salah 5.5 (Totti 6.5), Perotti 6.5, El Shaarawy 6

Chievo (4-3-1-2): Bizzarri 5.5; Cacciatore 6, Cesar 4.5, Gobbi 5.5 (Mpoku 6); Castro 4.5 (Sardo 5), Radovanovic 6 (Gamberini 5), Hetemaj 5; Rigoni 5; Floro Flores 5.5, Pellissier 5

Leave a Reply