#Russia2018 – L’Uruguay ferma il Brasile a Recife: in gol Suarez e Cavani

Brazil v Uruguay: Semi Final - FIFA Confederations Cup Brazil 2013

In Sud America pensano già al futuro tanto da giocarsi la qualificazione al Mondiale in Russia del 2018. In un girone dall’alto tasso tecnico che vede come protagoniste la Nazionale argentina, quella cilena e quella brasiliana, spuntano a sorpresa Ecuador e Uruguay, rispettivamente in 1° posizione e in 2°. Proprio per questo la partita tra i Verdeoro e la Celeste ha avuto un seguito pazzesco di tifosi che hanno potuto assistere al pareggio per 2-2 tra le compagini sudamericane. All’Arena Pernambuco di Recife, il Brasile di Dunga riesce prima a passare in vantaggio per 2-0 e poi a farsi rimontare dalla Celeste del maestro Tabarez, grazie ai gol di Cavani e Suarez. Alla partenza, il Brasile attacca di prepotenza la difesa avversaria, arrivando a trovare il gol al 1′ minuto di gioco, grazie ad un gol di rapina dell’esterno Douglas Costa in forza al Bayern Monaco, servito splendidamente da un cross al bacio di Willian. L’Uruguay sente la botta ma se che la partita non è ancora chiusa e prova a tener palla per cercare di guadagnare terreno attraverso un gioco rapido e di manovra. Il Brasile però è veloce nel recuperare il pallone e grazie ad una buona ripartenza riesce sempre a rendersi pericoloso. Al 26′ minuto, Neymar inventa un assist per il trequartista del Corinthians, Renato Augusto che complice una deviazione dell’ex interista Alvaro Pereira, si ritrova la palla al limite dell’area piccola da dove facilmente sigla il 2-0 per i verdeoro. Con il passare dei minuti l’Uruguay reagisce e nel giro di 10 minuti trova il gol del 2-1 con Cavani e quello del pareggio con Suarez che elude la difesa avversaria con uno dei suoi classici movimenti che gli consentono di calciare liberamente verso la porta avversaria, siglando il pareggio per la Celeste, prima di rientrare negli spogliatoi. Nella ripresa è un monologo uruguagio che però non riesce a trovare la rete della vittoria grazie ad uno strepitoso Alisson, futuro portiere della Roma.

Leave a Reply