#Approfondimento – Lotta salvezza: 8 squadre, 12 scontri diretti

Palermo - Carpi

Con l’Hellas Verona oramai retrocesso sono otto i club che da qui alla fine lotteranno per non retrocedere, un numero esorbitante.
Di corse salvezze così emozionanti non se ne vedevano da anni e l’ultimo turno di campionato ha contribuito a renderla ancora più avvincente: le cinque squadre che si trovavano dalla 19esima alla alla 15esima posizine hanno ottenuto due vittorie e tre pareggi, sono invece rimaste a secco quelle che andavano dalla 14esima alla 12esima, il che ha portato all’ammassamento di otto squadre, con altrettante partite da disputare, in appena sei punti.
Dalle due genovesi fino alle due neopromosse passando per Palermo ed Udinese, geograficamente opposte, Torino ed Atalanta, le otto squadre arrivano al rush finale in condizioni diametralmente opposte: Il Carpi imbattuto (considereremo da qui in poi sempre le ultime cinque partite) e il Toro a secco di vittorie, il Genoa, capotreno, dei nove punti e il Palermo con due.

Già la prossima partita potrebbe dire molto, si sfideranno, infatti, Frosinone, fanalino di coda, e Genoa “capolista”, ed un’eventuale vittoria della squadra ciociara potrebbe comportare una riduzione della forbice tra il dodicesimo ed il diciannovesimo posto.
Analizziamo ora lo stato di forma e il calendario delle otto squadre coinvolte nella lotta salvezza:

GENOA: È attualmente la squadra con più punti ed ha il destino nelle proprie mani, dovrà infatti incontrare altre quattro squadre coinvolte         nella corsa, tra cui la Sampdoria, giocando due match in casa e due in trasferta. Attenzione però perché nelle altre quattro partite i rossoblu dovranno affrontare Sassuolo, Inter, Bologna e Roma, non proprio quattro squadre alla mano e il rischio di collezionare pochissimi punti è alto.

TORINO: I granata sono, insieme al Palermo, la squadra più in difficoltà, hanno totalizzato appena due punti e il calendario non prevede rose     rosse; infatti sulla loro strada troveranno, oltre alle quattro squadre che dovrà affrontare il Genoa anche il Napoli e l’Empoli.
Fondamentali saranno quindi le sfide con Atalanta ed Udinese.

ATALANTA: La Dea si è ripresa nell’ultima giornata dopo aver collezionato appena un punto nelle quattro precedenti, per il resto discorso analago a quello fatto per i rossoblu. Avranno quattro scontri diretti, tre da giocare fuori casa, e, anche per loro, nelle altre altre quattro l’asticella della difficoltà rimane alta.

SAMPDORIA: La Sampdoria , dopo aver perso lo scontro casalingo col Chievo, si è ritrovata relegata nei bassi fondi della classifica, ed è probabilmente la squadra con il calendario più ostico, giocherà tre scontri diretti, tra cui appunto il derby, occhio ai fantasmi del 2011, e le altre cinque partite dovrà disputarle contro tutte squadre presenti nelle prime otto posizioni.

UDINESE: Anche i bianconeri giocheranno quattro scontri diretti, e visto che negli altri quattro incontri affronteranno, oltre al Chievo, Napoli, Fiorentina ed Inter è facile ipotizzare che punteranno a raggiungere la salvezza tramite le vittorie con le dirette avversarie e contro la squadra veronese.

CARPI: Qui entriamo nella zona caldissima. La squadra di Castori è l’unica squadra, con le prime tre, imbattuta; il trend e il calendario permettono alla squadra emiliana di sognare una salvezza che forse, se l’attuale tecnico non fosse stato in precedenza esonerato, sarebbe più vicina.

PALERMO: Crisi nera per il Palermo, due punti e un solo goal fatto nelle ultime cinque gare. Le prossime due partite saranno fondamentali perché poi c’è la Juventus e tre scontri diretti. L’Hellas in casa all’ultima giornata potrebbe essere un ottimo salvagente.

FROSINONE: Raggiungere la salvezza sarebbe un’impresa omerica. Il destino della squadra di Stellone verrà probabilmente deciso tra la 33esima e la 35esima giornata quando affronterà in una doppia sfida veronese prima l’Hellas e poi il Chievo prima di ospitare il Palermo.
Strappare anche un solo punto al Sassuolo nella penultima giornata potrebbe fare tutta la differenza di questo mondo.

La corsa salvezza si lega a quella scudetto in modo indissulubile, infatti le prime due della classe affronteranno rispettivamente tre e quattro volte le pretendenti alla salvezza.
Non resta che aspettare e vedere chi la SerieA deciderà inesorabilmente di risputare in SerieB.

Leave a Reply