#PremierLeague – Leicester, 720 minuti da sogno

Newcastle United v Leicester City - Premier League

Oramai hanno iniziato a crederci un po’ tutti: i tabloid titolano il sogno, le case di scommesse inglese tremano all’idea di dover pagare i “folli” che ad inizio stagione hanno piazzato la scomessa quotata 1:5000, il Leicester  City vede la possibilità di compiere l’impresa.
La squadra di Claudio Ranieri si trova, infatti, a otto giornate dal termine a più cinque dal secondo posto e, momentaneamente, a più undici dal terzo occupati rispettivamente occupati da Tottenham e Arsenal.
Da qui al traguardo finale sono molti gli ostacoli che i Foxes troveranno sul loro cammino, ma il loro sogno continua e nessuno vuole svegliarli.
Il team del tecnico romano è, insieme a lui, probabile vincitore del premio di miglior allenatore della stagione, sotto tutti i riflettori.
L’anno scorso la squadra, a quattro giornate dalla fine, era in piena zona retrocessione e si salvò totalizzando, con un’emozionante cavalcata, dieci punti; ma, se parliamo di emozioni, nulla a che vedere con quest anno, perché questo piccolo team di provincia sta emozionando gli apposionati di tutto il mondo. La sua eventuale vittoria avrebbe un sapor ancor più intenso perché ottenuta nel campionato più ricco del mondo e dominato dai petroldollari.

Nelle ultime otto giornate il Leicester condividerà quattro sfide con entrambi i team londinesi, infatti, affronterà, proprio come il Tottenham, Southampton, Manchester United, Chelsea e Sunderland, quest’ultimi verranno affrontati anche dai Gunners, che invece in comune con la capolista ha le sfide contro Crystal Palace, West Ham ed Everton.
L’impresa è di quelle storiche, epiche, ma la media punti di quest’anno è decisamente inferiore all’anno scorso, il Chelsea ad otto giornate dalla fine vantava settanta punti, sette in più del Leicester, motivo per cui quest’anno potrebbero bastare anche solo 79 punti, quelli totalizzati dal  Manchester City per piazzarsi secondo.
720 minuti dal sogno, quattro match interni, quattro esterni, che all’andata consegnarono a Ranieri la bellezza di 20 punti, numeri che se confermati, o anche solo avvicinati, probabilmente porterebbero il titolo nella contea di Leicestershire. Il calendario non sorride eccessivamente, anzi sorride veramente poco, ma sognare non costa nulla.

31°
Crystal Palace – Leicester
Tottenham – Bournemouth
Everton – Arsenal

32°
Leicester  – Southampton
Liverpool – Tottenham
Arsenal – Watford

33°
Sunderland – Leicester
Tottenham – Manchester United
West Ham – Arsenal

34°
Leicester – West Ham
Stoke City - Tottenham
Arsenal – Crystal Palace

35°
Leicester –  Swansea
Tottenham – West Brom
Sunderland – Arsenal

36°
Manchester United – Leicester
Chelsea – Tottenham
Arsenal – Norwich

37°
Leicester – Everton
Tottenham – Southampton
Manchester City – Arsenal

38°
Chelsea – Leicester
Newcastle – Tottenham
Arsenal – Aston Villa

Leave a Reply