#SoldOutMatch – Napoli-Milan

San paoko

Il campionato di quest’anno è spettacolare, spettacolare perché combattuto, e non solo al vertice della classifica dove, dopo tre anni di assoluto dominio, la Juventus ha finalmente trovato nel Napoli un degno rivale, ma in tutte le latitudini della classifica; la zona retrocessione potrebbe riservarci ancora molti colpi di scena con Frosinone e Carpi assolutamente non intenzionate a fare la parte delle vittime sacrificali, per ciò che riguarda la parte alta, invece, non resta che procurarsi una grande scorta di pop-corn e godersi lo spettacolo.
Cena per due e un valzer romantico tra Juventus e Napoli, con ben quattro squadre, tra cui il Milan, a contendersi il ruolo di “terzo in comodo”.

Il monday night italiano ci dirà tanto, tantissimo su queste due squadre.
Spesso si dice che una ottima prestazione vale, quasi, come i tre punti, ma non questa volta; il Napoli non aveva mai perso due partite consecutivamente in questa stagione e per ciò i tre punti, anche a fronte di una pessima prestazione, sono assolutamente necessari per evitare d’incappare in una crisi in un momento così delicato della stagione.
Fondamentale evitare di compromettere quanto di buono, oserei dire eccezionale, fatto fin’ora, perché se è vero che due sconfitte in trasferta non sono un dramma, una con la Juventus e una con almeno cinque riseve in campo, beh la terza, al San Paolo, lo sarebbe e come, anche in virtù del fatto che potrebbe significare veder allungare i bianconeri a più quattro.
Una grande squadra si riprendre subito, anche quando perde uno scontro diretto fondamentale per la vetta della classifica, e questo Milan, imbattuto da sette giornate, è l’avversario perfetto per testare di che pasta è realmente fatto il Napoli chiamato alla sfida più difficile, confermarsi.
Confermare in una sola partita quanto fatto vedere in tutta questa parte di stagione.

Ma nell’altra metà del terreno di gioco si schiererà però un Milan che non ha nessuna intenzione di fare da tributo agli azzurri, ma che anzi, in virtù del “girone di rivincite” vorrà riscattare il pesante zero-quattro subito a San Siro che portò Sinisa Mihajlovic vicinissimo all’esonero.
Questi rossoneri non sono gli stessi di un girone fa, hanno trovato la loro dimensione, il loro schema, gli interpreti ma sopratutto sembrano aver trovato la fame di vittorie e non vogliono assolutamente veder scappare la possibilità di agganciare il terzo posto ora che è così vicino.
Anche per quanto riguarda i rossoneri questa sfida capita nel momento migliore, questo è probabilmente il miglior Milan degli ultimi due anni, ed ogni volta che è stato chiamato a vincere ha risposto presente, ma ora la sfida è ancor più ardua: l’avversario è indubbiamente più forte sia nei singoli sia come organizzazione di gioco e inoltre giocano in casa, e allora i rossoneri dovranno far ricorso a tutta la grinta e tutta la fame che hanno per tornare a casa con dei punti in mano e continuare a credere nella qualificazione alla Champions League.

Sarà la sfida tra il micidiale Bacca e l’inarrestabile Higuain, tra Reina e Donnarumma, tra Insigne il magnifico e Jack Bonaventura, tra Sarri e Mihajlovic che quest’estate sarebbero potuti finire a panchine invertite.
Entrambe vogliono vincere ma nessena delle due può permettersi di perder punti.

È da sempre una partita ricca di storia, palcoscenico di molti campioni, speriamo quindi che quella di lunedì deluda le attese e ci riservi uno spettacolo degno di Napoli-Milan!

Leave a Reply