Carpi-Roma 1-3, le dichiarazioni dei biancorossi

Castori

Ecco le dichiarazioni dei biancorossi in Carpi-Roma, finita 1 a 3.

CASTORI:

Il pareggio sembrava avervi rimesso in partita
Siamo rammaricati per aver preso gol a 5 minuti dalla fine, il pareggio ci soddisfaceva perché abbiamo incontrato una squadra molto forte. Loro hanno trovato la giocata vincente poi il terzo gol eravamo ancora sotto shock, dispiace aver perso ma loro sono una squadra forte.

Il pubblico ci crede alla salvezza, dovete crederci anche voi
“Certo che ci crediamo, la squadra è viva, ha entusiasmo, voglia e gamba. Mi ha sorpreso la Roma che è riuscita a tenere il ritmo alto nel secondo tempo, noi ci aspettavamo che calassero. Quando si perde così bisogna riconoscere il valore dell’avversario”.

Con Lasagna c’è stata più profondità
“Noi abbiamo 3 attaccanti che hanno caratteristiche uguali, io li ruoto perché noi abbiamo bisogno sempre di attaccanti freschi, quindi non stiamo a valutare quanti minuti giocano ma l’importante è che tutti e tre attacchino sempre la profondità”.

Oserete di più nelle prossime partite?
“Assolutamente sì, noi contro queste squadre così forti dobbiamo giocare per forza corti perché concedere l’uno contro uno a questi attaccanti sarebbe un suicidio. Arriveranno le squadre alla nostra portata e giocheremo con un atteggiamento diverso, stasera avessimo avuto la possibilità di variare qualcosa a centrocampo saremmo stati più freschi perché oggi avevamo anche tante assenza ma si poteva far risultato lo stesso”.

Ha giocato contro Inter, Fiorentina e Roma. Chi vede favorita per il terzo posto?
“Mi ha fatto una grande impressione la Roma questa sera, ho visto un secondo tempo che mi ha sorpreso, non è mai calata di ritmo, l’ho vista tosta quindi per quello che ho visto io in questo ultimo periodo dico Roma”.

LASAGNA:

Segni sempre ma i punti sono pochi
“Il gol fa piacere ma non ha portato punti e questo non va bene”.

Rigore no ma nemmeno simulazione nell’occasione di Mancosu
Si infatti, il rigore non c’era però nemmeno la simulazione“.

Avete messo in difficoltà la Roma. Cambia qualcosa adesso per le vostre prospettive
Per 85 minuti abbiamo tenuto testa poi ci siamo spenti ci siamo abbassati troppo e loro individualmente sono forti e hanno trovato la giocata“.

Vi siete datti degli obiettivi da qui a fine stagione?
Pensiamo partita per partita e poi si vedrà alla fine“.

Avete affrontato le tre squadre in lotta per il terzo posto, chi è la più forte?
Non lo so, non ve lo so dire sono tre ottime squadre“.

MANCOSU:

Quell’episodio con Manolas?
“C’è stato un contatto, sono andato giù perchè non avevo più possibilità di andare avanti. L’arbitro ha deciso così… Sicuramente non era simulazione, magari sul rigore poteva lasciar correre ma quella non era simulazione”.
Bene finora, comunque.
“E’ una partita difficile, ci stiamo difendendo bene. La Roma costruisce tanto e noi cerchiamo di ripartire in contropiede, vedremo nella ripresa”.

Leave a Reply