Roma-Sampdoria 2-1, terza vittoria consecutiva per i giallorossi: report e pagelle

AS Roma v FC Barcelona - UEFA Champions League

Vince ancora la Roma, che batte per 2 a 1 la Sampdoria con i gol di Florenzi nel primo tempo e le reti di Perotti e Pjanic (autogol) nella ripresa. La Roma gioca un buon primo tempo, con la Sampdoria che si richiude in difesa. La ripresa inizia con il raddoppio dei giallorossi con un grande gol di Perotti, ma i giallorossi a questo punto si rilassano troppo e la Sampdoria ne approfitta per accorciare con il tiro di Fernando deviato da Pjanic in rete. L’entrata di Cassano smuove i blucerchiati, che spingono fino all’ultimo secondo, ma all’ultimo minuto sono sfortunati nel colpire la traversa su un colpo di testa  di Cassani

La partita inizia subito a ritmi molto bassi. La prima azione interessante accade al 7′ con Florenzi che trova Pjanic, ma il bosniaco di testa manda fuori.  Al 10′ Rudiger si trova la palla dopo un calcio di punizione di Pjanic: il tedesco è bravo a stoppare il pallone e a girarsi, ma manda la palla fuori. Al 14′ Pjanic su un calcio d’angolo cerca Florenzi fuori area, ma l’italiano sbaglia clamorosamente lo stop e lancia il contropiede di Muriel. Tuttavia  Maicon e Salah riescono a recuperare  il giocatore blucerchiato che, pressato, tira fuori. AL 17′ bel cross sulla destra di Perotti che trova Pjanic in mezzo all’area: il bosniaco colpisce di testa ma è debole e Viviano blocca senza problemi. Al 19′ ancora Roma, con Salah e Pjanic che combinano bene: l’egiziano trova El Shaarawy in mezzo all’area, ma il giocatore con il corpo all’indietro sbaglia la conclusione e manda alto. Al 21′ gran cross di Maicon sulla trequarti, ma Florenzi in scivolata entra in ritardo ed il pallone sfila sul fondo. Intorno al 30′ sale il ritmo della gara, con Zukanovic che si becca un giallo al 33′ per aver bloccato una ripartenza di Correa, che aveva rubato palla proprio al bosniaco.  Lo stesso argentino però viene ammonito per simulazione qualche minuto dopo. Al 41′ bella percussione di Maicon, che viene fermato all’ultimo con la palla che va in angolo. All’ultimo secondo però un calcio sfruttato male dalla Sampdoria innesca il contropiede della Roma, con El Shaarawy che tira da fuori: Dodò respinge ma la palla finisce davanti a Florenzi che si butta di testa segnando il gol del vantaggio.

La Roma inizia il secondo tempo con un cambio: fuori Zukanovic, dentro Digne. Al 46′ El Shaarawy con un bellissimo scavetto trova Perotti, che al volo buca Viviano con un gol meraviglioso: all’olimpico è 2 a 0. Il gol giallorosso scuote la Sampdoria che prova a pungere con Dodò  che  mette al 6′ un cross velenoso dalla destra, ma Szczesny è bravo ad uscire. Qualche minuto più tardi bella triangolazione  El Shaarawy-Perotti-Pjanic: il bosniaco si trova da solo davanti a Viviano ma sfiora il lato. All’11’ però la Sampdoria accorcia le distanze, con un bel tiro da fuori di Fernando, al seguito di una mischia in area giallorossa. L’arbitro però indica l’autogol di Pjanic, che aveva ribattuto il tiro del brasiliano. Il gol dà fiducia ai blucerchiati,  con i giallorossi al contrario che intimoriti non riescono più a palleggiare in modo fluido. Al 16′ Keita falloso su Correa concede un’interessante calcio di punizione per la Sampdoria. A batterlo ci pensa Fernando, che prende però la barriera. La Roma però non riesce più a giocare e come accaduto nella gara con il Sassuolo si rintana nella propria metà campo, incapace di reagire. Al 20′ Spalletti prova a far salire la propria squadra mettendo Dzeko.  La Roma prova ad alzare il pressing e una palla rubata di Salah prova ad innescare El Shaarawy, il quale però dalla destra effettua un tiro che finisce di poco al lato. Al 31′ Montella prova la carta Cassano, che sostituisce Correa. Il barese prova a dare un pò di vivacità alla manovra blucerchiata e al 35′ serve Soriano: il centrocampista tira a giro ma la palla finisce fuori. Al 40′ Spalletti butta nella mischia anche Iago Falque al posto di El Shaarawy. Al 41′ miracolo clamoroso di Szczesny, su un tiro da due passi di Cassano, molto ispirato. Al 46′ La Sampdoria prova a spingere con Dodò che tira da fuori ma Szczesny è bravo a bloccare a terra. Al 47′ traversa clamorosa di Cassani che da solo davanti alla porta trova il clamoroso legno.

 
PAGELLE:
ROMA (3-4-2-1): Szczesny 7; Rudiger 6.5, Manolas 6.5, Zukanovic 6 (45′ Digne 5.5); Maicon 6.5 (21′ Dzeko 6), Pjanic 5, Keita 5, El Shaarawy 6 (40′ Iago Falque n.g); Salah 5.5, Florenzi 6; Perotti 7.
SAMPDORIA (3-5-1-1):  Viviano 5.5;  Ranocchia 5,  Silvestre 5.5 Barreto 5.5 (25′ Alvarez 5);  Cassani 6,  Fernando 6,  Ivan 6.5,  Soriano 6.5,  Dodò 7;  Correa 6.5 (76′ Cassano 7);  Muriel 6 (55′ Quagliarella 6.5).

Leave a Reply