Atalanta-Empoli,formazioni ufficiali e radiocronaca

Singoli Atalanta Singoli Atalanta

Posizioni tranquille per Atalanta ed Empoli. I nerazzurri hanno grande margine sulla zona calda della classifica, mentre i toscani sono a otto punti dalla zona europea, vista la grande prima parte di stagione. Sarà una sfida tra Borriello e Maccarone al centro dei rispettivi attacchi, ma anche un bel duello tutto fantasia tra Saponara e Diamanti. Nel match di andata i bergamaschi si imposero per 1-0 al Castellani.

STATISTICHE DI ATALANTA-EMPOLI

L’Empoli non batte l’Atalanta in Serie A da aprile 2007: da allora tre vittorie per la Dea e due pareggi.

I nerazzurri non hanno mai perso contro i toscani in Serie A all’Atleti Azzurri d’Italia: tre le vittorie, altrettanti i pareggi.

L’Atalanta non vince da otto giornate (cinque sconfitte), attualmente la striscia più lunga senza successi tra le squadre della Serie A.

In queste otto gare i bergamaschi non sono mai riusciti a segnare più di un gol a partita.

Sono quattro invece le partite senza successi per l’Empoli, che però ha pareggiato tre volte nel parziale.

I toscani vanno a segno da ben nove partite di fila fuori casa in campionato e hanno segnato almeno un gol in 15 delle ultime 16 trasferte di Serie A.

Sono 10 i gol subiti di testa dall’Empoli, primato negativo in questa stagione in Serie A.

Marko Livaja, ex della partita, ha collezionato 31 presenze e quattro reti in Serie A in una stagione e mezza a Bergamo.

Riccardo Saponara ha realizzato un solo gol nelle ultime 11 presenze in campionato: ne aveva segnati quattro nelle precedenti otto.

Andrea Conti è il difensore più giovane ad essere andato in rete in questo campionato. Per lui il primo gol è arrivato alla quinta presenza in A.

FORMAZIONI UFFICIALI

Atalanta (4-3-3): Sportiello, Conti, Masiello, Toloi, Brivio, De Roon, Diamanti, Kurtic, Freuler, Pinilla Gomez.

Empoli (4-3-1-2): Skorupski; Laurini, Tonelli, Ariaudo, Mario Rui; Zielisnki, Paredes, Buchel; Saponara; Pucciarelli, Maccarone.

RADIOCRONACA

Leave a Reply