24° giornata: Vincono Napoli e Juventus, colpaccio Chievo a Torino, pareggi per Sassuolo e Milan

JUVE

Dopo i 2 pareggi del sabato, Bologna-Fiorentina 1-1 e Genoa-Lazio 0-0, e dopo quello di ora di pranzo di oggi, Hellas Verona-Inter 3-3, ecco i risultati dei 5 match delle 15.00 della 24° giornata di Serie A, aspettando Atalanta-Empoli alle 18 e Roma-Sampdoria alle 20.45.

MILAN-UDINESE 1-1 (Armero ’17, Niang ’48 [M])

Dopo 3 vittorie consecutive si ferma il Milan di Sinisa Mihajlovic che a San Siro pareggia 1-1 contro un’ottima Udinese che nel primo tempo aveva addirittura chiuso in vantaggio grazie al gol dell’ex Pablo Armero che di testa aveva insaccato da pochi passi dopo un doppio miracolo di Donnarumma prima su Thereau e poi su Kuzmanovic. Ad inizio ripresa Lodi ha la grande chance per fare 2-0 ma il suo pallone si stampa sul petto del portiere rossonero in tuffo; sul contropiede seguente Bacca serve in verticale Mbaye Niang che di sinistro buca Karnezis per il pari. Milan che ci prova anche con i neo entrati Balotelli e Boateng ma che non riesce a trovare il colpo del ko (clamorosa chance per Bacca che da due metri di testa tira addosso a Karnezis, ndr). Finisce 1-1 a San Siro con gli uomini di Mihajlovic che non approfittano dei pareggi di Inter e Fiorentina.

NAPOLI-CARPI 1-0 (Higuain rig. ’69)

Vince ancora il Napoli e mantiene 2 punti di vantaggi sulla Juventus a una settimana dallo scontro diretto. Agli uomini di Maurizio Sarri basta il solito Gonzalo Higuain che al ’69 trasforma un rigore concesso dall’arbitro Doveri per una trattenuta ai danni di Koulibaly. Ma l’arbitro Doveri è stato il protagonista, in negativo, del match del San Paolo avendo fischiato un fuorigioco inesistente a Callejon che aveva messo in rete e soprattutto al minuto ’56 quando il direttore di gara aveva sventolato il secondo giallo a Bianco per un fallo su Insigne che però aveva commesso Zaccardo indirizzando pesantemente il match in favore degli azzurri che comunque hanno meritato la vittoria.

SASSUOLO-PALERMO 2-2 (Vazquez ’30, Defrel ’45 [S], Missiroli ’50 [S], Djurdjevic ’52)

Partita bellissima al Mapei Stafium, ricca di gol e spettacolo. Nel primo tempo meglio gli ospiti che, infatti, passano con Franco Vazquez che sfrutta al meglio un ottimo assist di Djurdjevic per scaricare un bolide alle spalle dell’incolpevole Consigli. A pochi secondi dalla fine della prima frazione arriva però il pari dei neroverdi con Defrel abile a sfruttare una mischia e a battere da pochi passi Sorrentino. Ripresa che inizia col botto: dopo 5 minuti schema su punizione degli uomini di Di Francesco e gol di testa di Missiroli ma il Palermo risponde poco dopo con un colpo di testa di Djurdjevic su cross di Vazquez. Al ’75 secondo giallo e dunque cartellino rosso per Laazar dopo un fallo a palla lontana su Berardi. Finisce 2-2 con il Sassuolo che recrimina nel finale per un miracolo di Sorrentino su Falcinelli e su un tiro di Sansone che si spegne a lato di un soffio. Continua la crisi dei neroverdi mentre il Palermo raccoglie un punto pesantissimo.

FROSINONE-JUVENTUS 0-2 (Cuadrado ’73, Dybala ’90+1)

Arriva anche la 14° vittoria consecutiva per la Juventus di Max Allegri che arriva nel miglior modo possibile al big match di settimana prossima con il Napoli. Ai bianconeri bastano i gol nella ripresa di Juan Cuadrado, abile a sfruttare un perfetto traversono di Alex Sandro (’73) e quello del solito Paulo Dybala che su assist di Morata disegna una perfetta traiettoria a giro che batte Leali. Nel finale da segnalare l’esordio in Serie A del giovane bianconero Andrea Favilli.

TORINO-CHIEVO 1-2 (Benassi ’18, aut. Bruno Peres ’34 [C], Birsa rig. ’71 [C])

Clamoroso colpo esterno del Chievo di Rolando Maran che prima va sotto e poi ribalta il match portando a casa 3 punti pesantissimi da Torino. Al ’18 apre Benassi che batte Seculin su preciso assist di Immobile. Il Chievo non sembra avere le forze di reagire subito ma il Toro non riesce a chiudere il match ed allora a riaprirlo ci pensa Bruno Peres che, nel tentativo di anticipare Inglese, infila il proprio portiere. Il primo tempo termina sull’1-1. Nella ripresa Avelar stende un attaccante gialloblù e l’arbitro assegna un calcio di rigore che Birsa trasforma. Assalto finale dei granata che però non riescono a trovare il pareggio.

Leave a Reply