#SoldOutMatch – Milan-Inter: un Derby per rilanciarsi

Inter-Milan-Stadium-Wallpaper

Milan-Inter è, per storia e tradizione, la stracittadina più importante d’Italia e sicuramente tra le più importanti al mondo.
Le due squadre si sono spesso affrontate per la conquista del titolo, o per altri prestigiosi traguardi: alzare la Coppa italia o accedere alla Finale di Champions League.
Le milanesi vengono da stagioni disastrose che le vedono lontane dai primi tre posti ormai da troppo troppo tempo; i nerazzurri mancano dalla stagione 2010/2011 quando, dopo aver vinto i famosi, e famigerati, cinque Scudetti consecutivi, si piazzarono secondi proprio alle spalle dei rossoneri, che a loro volta mancano, invece, dalla stagione 2012/2013 quando, grazie ad un’incredibile rimonta, anch’essa non senza polemiche, riuscirono a piazzarsi terzi dietro Napoli e Juventus.
In tal senso è andato il mercato dei due team quest’estate: raffozzarsi il più possibile per tornare nei posti che la storia del calcio italiano le ha visto spesso occupare.
I rossoneri hanno speso più di 90mln mentre il team di Mancini è arrivato ad acquistare più di 11 giocatori, il mercato prometteva più che bene, ma le attesse per ora sono state un po’ disilluse.
Se è vero che l’Inter si trovava al primo posto prima dell’ultima giornata del girone di andata, è pur vero che ora si trova quarta a meno sei e con una sola vittoria nelle ultime cinque giornate il che ha permesso ai “cugini” di rossichiargli 3 punti, sesti a meno otto dal terzo posto.

All’andata il Derby fu deciso da Fredy Guarin che, per ovvi motivi, domenica non sarà del match, ma l’intenzione delle due squadre rimane assolutamente quella di portarsi a casa tutta la torta, anche perché dividersela servirebbe a poco.
In tal caso potremmo considerare il Milan assolutamente tagliato fuori dalla corsa al terzo posto, tra l’altro già molto difficile, e in situazione analoga l’Inter fuori dalla corsa Scudetto.

I “Derby della Madonnina” giocati nella Serie A a girone unico sono 163 e i nerazzuri sono avanti con 61 successi a 50, 52 i pareggi, anche in virtù del fatto che il Milan sia riuscito ad imporsi solo una volta negli ultimi 9 incontri collezionando 5 sconfitte.
Negli ultimi sette Derby nessuna delle due squadre è riuscita a segnare più di un goal.
I rossoneri possono però vantare sia la vittoria col maggior scarto, 6-0, sia aver tesserato il capocannoniere dei derby, Andriy Shevchenko con 11 goal, sia il giocatore col maggior numero di presenze, Paolo Maldini con 56.

Le due milanesi arrivano al Derby con la faccia triste e lunga di chi ha assolutamente bisogno di una vittoria per rianimare l’ambiente.
Il Milan in questa stagione non ha mai fallito quando è stato chiamato a salvare la panchina di Mihajlovic, ora è chiamato a qualcosa di più importante, vincere, esattamente come contro la Fiorentina, per riaprire il discorso terzo posto, ridare entusiasmo e magari cercare quella continuità che è sempre mancata in questa stagione.
L’Inter ha invece bisogno di ritrovare quella vittoria che manca da tre giornate se non vuole veder scivolar via un’altra stagione e per non veder materializzarsi l’incubo di perdere contro Juventus e Milan nel giro di cinque giorni.

Le sfide nella sfida fra gli amici Sinisa e Roberto, tra i bomber Bacca e Icardi, tra i giovani Donnarumma-Romagnoli e i consacrati Handanovic-Miranda, faranno da sfondo ad una partita che ci auguriamo sia ricca di emozioni e di goal.

Buon Derby della Madonnina.
Buon Milan-Inter.

Leave a Reply