Milan, Mihajlovic: “Contro l’Empoli poca cattiveria. E manca un rigore”

raduno A.C. Milan

Insoddisfazione in casa Milan dopo il rocambolesco 2-2 rimediato sul campo dell’Empoli nell’anticipo della 21a giornata. Sinisa Mihajlovic nel dopogara sottolinea il valore dell’avversario (“tra le migliori d’Italia sul piano del gioco“) ma ricorda un episodio che avrebbe potuto dare un corso differente alla partita: “Il mani di Maiello sul cross di Bonaventura era rigore netto, mi chiedo a cosa serva l’addizionale, se non aiuta l’arbitro“. Il tecnico serbo non cerca comunque troppi alibi, perché da parte dei suoi giocatori “è mancata la continuità e la rabbia per chiudere la gara“. Più drastico Jack Bonaventura: “C’è ancora tempo per l’Europa però queste partite bisogna vincerle: sono squadre meno attrezzate e quindi bisogna batterle, se non l’abbiamo fatto vuol dire che non siamo stati bravi. Ora bisogna andare avanti e fare punti, perché se no diventa dura. Se non si vince si vive male. Speriamo che l’Inter non ci distacchi molto“. Già, l’Inter: domenica prossima andrà in scena il derby, a questo punto crocevia della stagione del Milan.

Leave a Reply