#SoldOutMatch – Juventus-Roma: tra rivincite e lo Spalletti bis

roma-juventus

30 agosto 2015, seconda giornata di campionato, triplice fischio di Rizzoli, la partita è finita: Roma Juventus 2-1.
In molti si pronunciano, emettono verdetti.
La Roma è già campione, la Juve, invece, dopo aver perso in casa con l’Udinese, forse riuscirà a raggiungere la qualificazione alla prossima Champions League.
Niente di più facile da pronosticare, infondo anche il mercato estivo sembrava indirizzarci verso quella strada; la Roma si era rafforzata e Dzeko era stato subito decisivo, la Juve, invece, aveva lasciato partire tre dei sui giocatori più rappresentativi per rifondare la squadra, e sembra che i nuovi acquisti non ingranino.

Eccoci invece al 22 gennaio 2016, un girono dopo, 19 partite dopo, e la situazione si è completamente capovolta.
Allegri sembrava in bilico, ed invece se ne è andato Garcia; la Roma doveva essere prima e la Juve a lottare per il terzo posto, i bianconeri sono, invece, secondi a meno due e la Roma quinta a meno nove; Dybala & co. trascinano la Vecchia Signora, Dzeko è fermo a tre goal.
Insomma siamo a gli antipodi.

Juventus-Roma è una di quelle partite che non necessita di presentazioni.
Negli ultimi due anni è stata la sfida scudetto, ma ciò è solo una piccola parte di una rivalità che va avanti da decenni.
Sono 178 le sfida fra i due club, in Piemonte la squadra di casa si è imposta per ben 57 volte, 21 i pareggi, mentre i capitolini hanno raccolto i tre punti solamente in 11 occasioni.
L’ultimo succeso romano a Torino risale nel 2011 e per giunta in Coppa Italia e non nel nuovo stadio di proprietà; allo Stadium, infatti, la Roma non ha mai vinto.
Storia freschissima è il 3-2 con cui si concluse l’ultimo match in casa bianconera, una sfida ricca di emozioni e controversie, la Roma va sotto, rimonta e passa in vantaggio, ma si fa poi a sua volta raggiungere e superare a 5 minuti dal 90′.
Ci sono tre rigori, è la partita del violino di Garcia, dello sciacquatevi la bocca di Bonucci, delle urla di denuncia di un campionato dichiarato falsato.
Ma è anche probabilmente il giorno in cui Garcia fa il passo più lungo della gamba, segnando la fine della sua era romana e romanista.

La Juventus vuole conquistare la sua undicesima vittoria consucutiva, continuare la rincorsa al Napoli e tagliare, definitivamente, fuori la Roma dalla corsa scudetto, al contrario i giallorossi scenderanno in campo col dente avvelenato per le vicende degli ultimi anni, per vendicare le sfide perse, e soprattutto per tentare un ultimo, e disperato, tentativo di rincorsa al tricolore cercando di fermare quella che, ad oggi, è oggettivamente la più quotata per arrivare fino in fondo.

Buon Juventus-Roma.

 

Leave a Reply