Bologna-Lazio 2-2, gol e spettacolo al Dall’Ara: report e pagelle

Lazio's Lulic challenges Brighi of Bologna during Italian Serie A soccer match in Rome

Partita divertente e piena di gol quella che al Dall’Ara ha visto Bologna e Lazio dividersi la posta in palio sul risultato di 2-2.
Risultato più che onesto per ciò che si è visto in campo, ma che probabilmente non fa contento nessuno, lasciando inoltre l’amaro in bocca ad ambo le squadre, perché il Bologna ha visto sciuparsi l’iniziale doppio vantaggio, e perché la Lazio, raggiunto il pareggio, con l’uomo in più poteva anche andare a vincere una partita che, a fine primo tempo, sembrava già avere un padrone.

Pronti via e il Bologna va subito in vantaggio, al secondo minuto una punizione-capolavoro di Giaccherini s’infila sotto il set ed è uno a zero.
La Lazio tiene palla per un quarto d’ora cercando di riportare la partita in parità, ma ha meno di zero idee e mai riesce ad impensierire la formazione di casa, ottimamente messa in campo e che gioca con un’intensità e una voglia di vincere che spesso vale più di tutto il resto.
Quando poi, finalmente, la Lazio riesce ad effettuare più di due passaggi di fila, Biglia ha la palla per mandare in porta Keita, ma la sbaglia e sul capovolgimento di fronte i rossoblu conquistano la punizione il cui svolgimento porterà al due a zero.
Giaccherini crossa in mezzo, i biancocelesti non riescono a liberare con efficacia, e Destro, su suggerimento di Gastaldello, la insacca.
La Lazio è sotto schock e il Bologna ha per due volte con Brighi la palla del tre a zero, ma si va a riposo col risultato invariato.

Il secondo tempo è però tutta un’altra musica.
Piola cambia Parolo e Dordevic, con Lulic e Klose, e la Lazio cambia volto.
Dopo sette minuti arriva la prima occasione, la difesa del B
ologna in confusione rischia l’autogoal con Gastaldello che di testa manda la palla sul palo.
Al 15′ Keita, dopo un bel 1-2 con Lulic, ha l’occasione di accorciare, ma calcia male e la palla finisce addirittura in fallo laterale.
Il goal arriva al 71′ su rigore, Candreva fa sedere Mirante, e realizza col cucchiaio.
Lulic la mette di sinistro per Klose, che stoppa di petto e viene travolto da Masina, chiara occasione da goal, il Bologna è in 10.
Il pareggio è confezionato sempre sull’asse Lulic-Klose, sta volta a parti invertite, Klose ruba palla a Rossettini, va sul fondo e la mette per Lulic che fa due a due.
La Lazio ha poi anche l’occasione per il tre a due ma Keita tira addosso a Mirante.

Le squadre giocano un tempo a testa, quindi nulla di più giusto di un pareggio.
Nel primo tempo un Bologna cinico e gurrigliero merita il doppio vantaggio, ma poi si chiude troppo, e complice il calo fisico, esce fuori la Lazio e anche i capitolini meritano i due goal realizzati.

Le pagelle

Bologna (4-3-3): Mirante 6, Masina 5, Gastaldello 6.5 (Ferrari 6), Oikonomou 6.5, Rossettini 5, Brighi 6.5, Diawara 6., Taider 5.5, Giaccherini 7 (Zuniga 6), Destro 7 (Floccari s.v.), Mounier 6.

Lazio(4-3-3): Berisha 5, Konko 5.5, Mauricio 5, Hoedt 5, Radu 5.5, Milinkovic-savic 5.5, Biglia 6, Parolo 5 (Lulic 7), Candreva 6 (Anderson s.v.), Dordevic 4 (Klose 7), Keita 6.5.

Leave a Reply