#SoldOutMatch – Milan-Fiorentina: un treno da prendere

156023407-e1352661941943

Nonostante Milan e Fiorentina siano separate da 4 posizioni in classifica hanno una situazione analoga.
Il primo posto dista dalla formazione Viola appena tre punti, 5 sono invece quelli che separono i Diavoli dal quinto posto della Roma.
Se è vero che la squadra di Firenze ha un organico inferiore alle squadre che la precedono, e che di certo in estate non era stata costruita con l’intenzione di puntare al tricolore, trovandosi a meno tre dalla vetta al giro di boa, ha il diritto morale di provarci; e dopo aver perso in casa l’ultima del girone di andata, quale vittoria esterna potrebbe garantire un’innezione di fiducia superiore a quella di San Siro?
Il Milan invece è alla ricerca, da inizio stagione, di una partita che le conferisca la certezza di poter competere con chi le è sopra in classifica, non ha vinto con nessuna delle prime 5 posizionate rimediando appena un punto.
I rossoneri non battono la Fiorentina in casa dal 20 Novembre 2010, e questa si presenta come la partita perfetta, l’occasione ad hoc, per cambiare la marcia, ingranare la quinta e tentare, magari, una rimonta , in stile Juventus, che la possa portare a sperare nelle posizioni che si era prefissata ad inizio stagione.

L’ultima vittoria tra le mura di casa per il Milan è stata regalata da Ibrahimovic, dopo di che la Viola ha portato a casa 10 dei 12 punti disponibili nei successivi 4 incontri, tra cui la rimonta firmata Jovetic-Amauri che costò lo Scudetto del 2012 al Milan.
Milan e Fiorentina si sono già scontrate in Serie A 150 volte e nei 75 precedenti a San Siro gli ospiti hanno prevalso appena 11 volte, strappando 20 pareggi e arrendendosi per ben 49 volte
Con 411 goal segnati, 234 per i Rossoneri e 177 per i Viola, la partita vanta una media goal superiore all’over 2,5.

A dirigere il posticipo di questa ventesima giornata sarà  Daniele Doveri di Volterra, ed è curioso notare come sia un arbitro molto “amico” ad entrambe le formazioni dato che il Milan non è mai stato sconfitto quando diretto da lui, 7 vittorie e 1 pareggio, mentre la Fiorentina 9 vittorie, 1 pareggio e 2 sconfitte.

Entrambe le formazioni hanno bisogno della vittoria, ed un ipotetico pareggio servirebbe solamente a lasciare l’amaro in bocca.
C’è un treno da prendere, ma domenica sera alle 22:30 uno solo dei due team avrà timbrato il biglietto per continuare la sua corsa, mentre l’altro dovrà rassegnarsi e cambiare gli obbiettivi stagionali.

Buon Milan-Fiorentina.

Leave a Reply