#SoldOutMatch – All’Olimpico un Roma-Milan col brivido

ROMA  MILAN

Roma-Milan, una delle più classiche del calcio italiano, una partita ricca di storia e fama.
Le due squadre arrivano alla sfida di sabato in una situazione molto simile: entrambe sono deluse da questa prima parte di campionato, forse le due più grandi deluse.
La Roma, dopo l’importante mercato estivo e il rinnovamento della Juventus, sembrava la più concreta e seria pretendente al titolo.
Il Milan da parte sua, dopo due stagioni più che deludenti, è arrivata a spendere quasi novanta milioni di euro, e anche se magari ad inizio anno non era tra le favorite per il tricolore, la si dava come sicura battagliera per il terzo posto.
La situazione, ad una giornata dal fine del girone di andata, è che la squadra capitolina si trova a sei punti dalla capolista, mentre quella milanese è, già, a dieci lunghezze dall’ultimo posto utile per la qualificazione alla prossima Champions League, ragion per cui, al termine del match, una delle due panchine potrebbe diventar così rovente da saltare.

Se è vero che sei punti da recuperare in venti partite non sono ne un enormità, ne una missione impossibile, il problema della Roma sta nella crisi d’identità che affligge questa squadra da più di un’anno ormai e che ha portato i tifosi a chiedere la testa di Garcia.
I tifosi del Milan dovrebbero invece mettersi il cuore in pace e rassegnarsi all’idea che nemmeno l’anno prossimo riusciranno a riascoltare quell’inno della Champions League che tanto gli è caro e che gli riporta alla mente notti magiche.

I due club si sono scontrati all’olimpico 80 volte,  i capitolini hanno trionfato davanti ai loro tifosi per 24 volte, per 29 volte la posta in palio è stata divisa, infine, la squadra rossonera ha portato a casa la massima posta in palio in 27 occasioni, dimostrando quindi una grande tradizione su un campo storicamente molto difficile.
Una partita che vanta una media goal superiore ai due goal a partita, sono infatti stati segnati 177 goal divisi tra le due squadre in maniera chirurgica, 89 per i giallorossi e 88 per i rossoneri.
Negli ultimi 5 incontri la media goal si alza ancora di più, con 13 goal, infatti, supera addirittura l’over 2,5, nonostante in due occasioni la partita sia terminata sullo 0-0, famoso quello del sette maggio 2011 con cui il Diavolo si laureò campione d’italia per la diciottesima volta.

Curioso notare come il Milan vanti tra le sue file ben sei ex romanisti, il mister Sinisa Mihajlovic (alla Roma da giocatore dal 1992 al 1994), Philippe Mexes (alla Roma dal 2004 al 2011), Jeremy Menez (alla Roma dal 2008 al 2011), Andrea Bertolacci (cresciuto nel settore giovanile della Roma), Alessio Romagnoli (cresciuto nel settore giovanile della Roma e in prima squadra dal 2012 al 2014) e Alessio Cerci (cresciuto nel vivaio giallorosso e poi in prima squadra nella stagione 2009/2010), mentre nella Roma non figura nessun ex rossonero.

Una partita, come già detto, ricca di storia che ha visto le due squadre anche scontrarsi per la vetta della classifica e che ora le ritrova rilegate, rispettivamente, al quinto e al settimo posto.
Una partita che probabilmente segnerà il cambio in panchina per una, o magari per entrambe, delle due squadre.
E chi sa se il quindici maggio non guarderemo indietro alla diciannovesima giornata segnandola come la giornata della svolta?

Buon Roma-Milan.

Leave a Reply