Inter, Icardi: “Ci sono molte squadre quest’anno per lo Scudetto. A Milano sto bene”

.

Mauro Icardi ha parlato riguardo la lotta scudetto ai microfoni di Sky Sport confermando ormai quello che pensano un pò tutti: l’attuale campionato di Serie A è uno dei più equilibrati degli ultimi anni, con molte squadre attrezzate per arrivare al titolo. A sentire l’argentino, ecco quali: “Il Napoli ha qualcosa in più di noi, hanno un grandissimo attacco, la Fiorentina ha questo stile di gioco con la palla a terra che gli permette di vincere tante partite. La Roma lotta ,ha spirito di sacrificio, la Juve ha vinto gli ultimi 4 scudetti. Era solo in un periodo difficile. L’Inter? Noi abbiamo il nostro spirito, penso che se stiamo lassù non è un caso, ma ce lo siamo meritati, abbiamo fatto qualcosa in più. Se continuiamo a giocare male come dicono ma vinciamo è comunque perfetto. Volevamo essere a Natale lassù dove siamo, lo dicevo anche a Wanda, sapevo che potevamo lottare per qualcosa di grande. Già dal ritiro c’era la voglia di fare un grande campionato e una grande impresa. Quest’anno mi sono consolidato ancora di più nella squadra dopo essere stato capocannoniere, e poi è arrivata la fascia di capitano che mi ha dato grande morale per aiutare la squadra e fare il meglio. Da Pupi Zanetti mi è arrivato qualche consiglio, ma il capitano non è l’unica persona importante, tutti dobbiamo essere dei capitani“. La corsa scudetto neroazzurra dipenderà molto dal suo feeling con il resto del reparto offensivo, in particolare con Jovetic: “Con Miranda e Murillo stiamo facendo benissimo in fase difensiva. L’intesa con JoJo è normale. Ci vogliamo bene, scherziamo tutti insieme, non ci sono gruppi diversi, stiamo tanto insieme e questo ci aiuta tanto“. Nonostante l’avvio non perfetto la punta sta cominciando a ritrovare l’affinità con il goal  e al giocatore una permanenza nella squadra di Mancini non dispiacerebbe affatto: “Ho un contratto fino al 2019, se arriva il rinnovo bene. A Milano mi trovo benissimo, non solo io ma anche la mia famiglia. Avevo scelto l’Inter per questo, perché mi trovo benissimo“.

Leave a Reply