Sampdoria, era davvero Zenga il problema?

PEGASO NEWSPORT-SAMPDORIA-VINCENZO MONTELLA ARRIVA A BOGLIASCO

Momento nero per la Sampdoria, reduce da quattro sconfitte consecutive e incapace di ritrovare quella letalità sottoporta che aveva impressionato tutti a inizio stagione.
Da poco la squadra e’ passata a Vincenzo Montella, ovvero uno dei migliori allenatori italiani sulla piazza che negli anni precedenti aveva portato la Fiorentina a praticare un calcio divertente e a tratti meraviglioso. Una scelta di cuore dell’ex aeroplanino quella di tornare in blucerchiato, che non ha mai nascosto l’amore con una piazza che da giocatore gli ha sempre dato tanto (per sua stessa ammissione).
La Samp, per fargli spazio in panchina, ha così esonerato Zenga che, pur essendo anch’egli un ex, non ha mai trovato quel giusto feeling con una tifoseria che non gli ha mai perdonato la prematura eliminazione dall’Europa League per mano del modesto Vojvodina. Un incoraggiante inizio di campionato aveva indotto la parte calda del tifo a non giudicare troppo in fretta l’operato dell’ Uomo Ragno ma, dopo un gioco mai troppo convincente e qualche sconfitta di troppo, la Gradinata Sud ha cominciato a chiedere a gran voce l’esonero dell’ex portiere che, (finalmente), si è concretizzato dopo la sconfitta interna con la Fiorentina.
Montella ha così ereditato una squadra che, però, non è stata costruita per il suo gioco volto al possesso palla e alla spettacolarità delle azioni offensive. Nelle prime tre apparizioni sulla panchina sampdoriana l’ex allenatore della Fiorentina ha infatti raccolto altrettante sconfitte, incassando ben nove gol e segnandone uno soltanto.
Riuscirà l’ex attaccante a riportare i blucerchiati in zona Europea? Nel frattempo a Genova cominciano a chiedersi se fosse davvero Zenga il problema di questa squadra che, al momento, deve ancora trovare un’identità di gioco e una trama convincente.

Leave a Reply