#EuropaLeague – Due goal di Bernardeschi non bastano alla Fiorentina

Bernardeschi Fiorentina

Non sono bastati il talento e la classe di Bernardeschi a garantire alla Fiorentina l’accesso ai sedicesimi di Europa League, bisognerà attendere il prossimo incontro con il Belenenses.La doppietta del poco più che ventenne talento viola è stata vanificata dall’espulsione di Roncaglia che ha avuto come conseguenza il ridimensionamento delle velleità dei Viola, che a fine gara verranno raggiunti dal Basilea sul 2 a 2.

La follia di Roncaglia infatti ha fatto sì che la Fiorentina abbia giocato in 10 oltre un tempo. Dappocaggine che ha investito anche l’arbtro, visto che dopo nemmeno tre minuti non ha concesso un rigore solare per fallo di mano volontario di Elneny su incursione di Kalinic.
Passano una ventina di minuti e Bernardeschi porta in vantaggio i viola: Kalinic appoggia a Borja Valero che a sua volta di prima intenzione passa al giovane  tornate viola che segna di sinistro, su pesante disattenzione del portiere di casa.
Pochi minuti dopo Roncaglia perde letteralmente la testa e rifila una gomitata ad Embolo, e va a farsi la doccia anzitempo negli spogliatoi: il suo allenatore è talmente arrabbiato che non lo guarda nemmeno in faccia mentre esce.
La Fiorentina ovviamente soffre e stringe i denti contro l’ex squadra di Sousa, eppure riesce a segnare anche la seconda rete, sempre ringraziando un’uscita poco felice di Vailati con i piedi: il portiere rinvia la palla che viene però intercettata da Alonso che crossa per Kalinic, il quale difende il pallone spalle alla porta e passa a Bernardeschi che segna il più semplice dei goal.
Al 40′ gli svizzeri riaprono la partita con Suchy, che insacca una palla di Embolo, tra l’altro in offside, dall’interno dell’area piccola.
Dal punto di vista del gioco la partita nel secondo tempo non è per niente emozionante, se non fosse per i falli sistematici dei giocatori del Basilea, all’ennesimo Sousa applaude ironicamente il quarto uomo.
I giochi sembravano ormai fatti, almeno fino al 74′, quando da corner Elneny indovina un gran tiro da fuori area su cui Sepe è incolpevole.

Per Sousa una serata da dimenticare, anche perché non solo non è arrivata la matematica qualificazione, ma non è riuscito a vincere nessuna delle due sfide contro la sua ex squadra.
Il punto mancante potrebbe comunque arrivare nell’ultima gara, quella contro il Belenenses.

 

Leave a Reply