#SerieA – I top e i flop dell’11^ giornata

Soccer: Serie A; Bologna-Atalanta

L’undicesima giornata di Serie A Tim, conclusasi ieri con la vittoria dell’Empoli ai danni del Palermo, ha visto la vittoria dell’Inter contro la Roma di Garcia, la sconfitta di una bruttissima Lazio sa parte di un rinato Milan, la vittoria al 93′ della Juventus nel derby della Mole e il pareggio a reti inviolate tra Genoa e Napoli.
I TOP DELLA GIORNATA:

-MATTIA DESTRO: Finalmente il goal. Dopo 10 turni senza esultare Mattia Destro ha gonfiato la rete, proprio davanti i suoi tifosi, siglando al 58′ la rete del 2-0 contro l’Atalanta. Ora che il bomber ex Roma si è sbloccato, il popolo rosso blu inizia a sognare…

-GARY MEDEL: Un gladiatore, un pitbull, un uomo spogliatoio e, da sabato, anche un uomo goal. Gary Medel con un destro dalla distanza fulmina un colpevole Szczesny, regalando il goal partita e la vetta della classifica alla sua Inter.

-SINISA MIHAJLOVIC: La cura Sinisa funziona. E’ risorto il Milan. Nove punti in tre partite consecutive, un gioco brioso, una difesa solida e un attacco da grandi numeri. Questo è il nuovo Milan di Mihajlovic.
I FLOP DELLA GIORNATA:

-EDIN DZEKO: Il bosniaco non riesce ancora ad entrare nei meccanismi di gioco di Garcia. Un solo goal è troppo poco per un top player come lui, acquistato dalla dirigenza giallorossa per portare la Roma in alto a suon di goal. Forse non è ancora in condizioni fisiche ottimali, forse non si è ancora ambientato in Serie A…le attenuanti stanno però terminando.

-IL CAMPO DEL “MARASSI”: Il manto erboso del Marassi di Genova si presenta nel modo peggiore possibile per la super sfida del Genoa contro il Napoli. La pessima condizione del campo genovese condiziona molto le due squadre sfavorendole sul piano tecnico. Nel 2015 in Serie A, non devono più esserci terreni di gioco impresentabili; occorrono provvedimenti.

-CANDREVA: Dove è finito quell’Antonio Candreva che segnava a ripetizione, crossava alla perfezione e macinava chilometri sulla fascia destra della Lazio? Fino ad oggi il numero 87 laziale risulta non pervenuto alla causa laziale. Le prestazioni insufficienti, come quella contro il Milan, fanno si che la Lazio perda un uomo chiave per i suoi schemi e per le sue giocate.

 

Leave a Reply