L’Inter pareggia anche a Palermo. Al “Barbera” finisce 1-1

Gilardino

Termina 1-1 Palermo-Inter, terzo anticipo del sabato della nona giornata di Serie A. Gara altamente emozionante decisa nella ripresa dalle reti di Perisic e Gilardino. L’Inter rimedia il terzo pareggio di fila ma aggancia il momentaneo primo posto del campionato (assieme alla Fiorentina a 18 punti), in attesa di Fiorentina-Roma. Il Palermo fa un buon punto per la salvezza, salendo a quota 11.

Mancini cambia qualche elemento in vista anche del turno infrasettimanale di mercoledì, con Kondogbia e Nagatomo titolari. Iachini schiera Vazquez a rimorchio di Gilardino.

Il Palermo fa la partita, rendendosi più volte pericoloso dalla parti di Handanovic, abile in due occasioni a sventare la minaccia dei siculi. L’Inter gioca sotto ritmo: Jovetic è la brutta copia del giocatore  delle prime giornate di campionato, Icardi è fuori dal gioco. Termina 0-0 un primo tempo non molto esaltante ma con un ottimo Palermo.

E’la ripresa a regalare le emozioni alla sfida. Mancini butta Biabiany nella mischia e la mossa è vincente. Da un rigore richiesto dal Palermo, l’inter parte in contropiede con il francese che serve in area Perisic che insacca il più comodo dei goal. Vantaggio Inter al 60′.

Ma il Palermo reagisce con veemenza e 6 minuti dopo trova il pari. Da una mischia in area interista la spunta Gilardino che sfrutta una carambola clamorosa per impattare. E’ 1-1 al 66′.

L’Inter non ci sta ma anche il Palermo prova a vincere, visto anche che gli uomini di Mancini restano in 10 per il rosso a Murillo. I rosanero assediano l’Inter nel finale, ma è un forcing sterile,tanto che l’occasione del colpaccio capita a Biabiany nel recupero, fermato da un grande Sorrentino.

Finisce quindi 1-1 una partita divertente, soprattutto nel secondo tempo. Il Palermo dimostra che in casa può far male a chiunque, l’Inter conferma qualche limite evidenziato nelle ultime partite. I nerazzurri però rivedono la vetta della classifica, ma solo per poche ore. Infatti domani una tra Roma e Fiorentina li scavalcherà, comunque vada lo scontro diretto del Franchi.

Leave a Reply