Milan – Sassuolo, Mihajlovic cerca di spronare i suoi per le prossime partite,

img1024-700_dettaglio2_Sinisa-Mihajlovic-Milan-Reuters

Nella consueta conferenza stampa di presentazione, l’allenatore del Milan Sinisa Mihajlovic snocciola davanti a taccuini e microfoni diversi temi.

Si parte con l’analisi del momento attuale della squadra: “ Dall’inizio dell’anno stiamo cercando di trovare continuità nelle prestazioni. La squadra gioca bene, poi commette qualche errore a causa della paura, e poi non è facile recuperare. Io sto lavorando per risolvere questi problemi, non voglio essere presuntuoso, ma credo di avere le caratteristiche morali per riuscirci. Se non ci riesco io serve un esorcista”.

Riguardo alla sua posizione dopo questo inizio di campionato decisamente deludente, l’allenatore serbo precisa: “So come funziona il calcio, se non ci sono i risultati il calcio ha le sue regole. Credo che prima di cambiare un allenatore bisogna vedere se la squadra sta con il tecnico oppure no. Questo non è il caso del Milan, i ragazzi stanno lavorando duramente per uscire da questo momento difficile. Io sono convinto di risolvere i problemi del Milan”.

Sul suo rapporto con il presidente del Milan, Mihajlovic ha ribadito che tra loro corre assolutamente buon sangue, anzi ha utilizzato una battuta per sdrammatizzare: ” (…) Anche l’ultima volta mi ha detto di stare sereno, anche se poi mi hanno detto che in politica questa parola non è molto positiva  (ride, ndr)”.

Sul modulo che verrà adottato già a partire dalla partita di domani contro il Sassuolo, vera bestia nera dei rossoneri nelle ultime due stagioni, Mihajlovic ha lasciato  intendere che sta lavorando sia sul 4-3-3 che sul 4-4-2, ed ha aggiunto: ” Purtroppo con tutte le assenze che abbiamo in attacco non è facile giocare sempre con due punte”.

A proposito di assenze, si è parlato anche di quella di Balotelli, le cui condizioni al momento non consentono di poter azzardare un’ipotesi sul suo rientro; a tale proposito il suo allenatore ha anche detto che il giocatore non sta bene, perchè in alcuni giorni sta meglio, in altri decisamente meno, Sta comunque seguendo tutte le terapie che gli sono state prescritte, ma per la pubalgia i tempi sono insondabili.

Quanto alla formazione ha ammesso di attendere ancora l’allenamento di rifinitura per poi decidere chi mandare in campo.

 

 

Leave a Reply