Parma, Galliani indagato per bancarotta fraudolenta

SPORT, CALCIO: CESENA - MILAN

Il dirigente rossonero Adriano Galliani è finito nel registro degli indagati per il crac del Parma calcio, l’accusa è di concorso in bancarotta fraudolenta a causa del presunto acquisto irregolare del difensore Gabriel Paletta.

L’acquisto, avvenuto nello scorso febbraio, è finito sotto inchiesta perchè secondo gli inquirenti, il giocatore sarebbe passato nella società rossonera per un prezzo notevolmente più basso del prezzo del cartellino, Galliani per cui avrebbe approfittato della grave situazione finanziaria del club, l’operazione ha avuto il costo di circa 2,5 milioni di euro e avrebbe contribuito alla dissoluzione del patrimonio economico del Parma fc.

Il Milan ha già risposto all’accusa con un comunicato sul suo sito ufficiale dicendo: ” In relazione alle notizie diffuse in ordine all’iscrizione di Adriano Galliani nel registro degli indagati del Tribunale di Parma con riguardo all’acquisto del calciatore Paletta, l’A.C. Milan sottolinea la perfetta regolarità dell’operazione ed è certo che identica sarà la valutazione dei magistrati competenti”.

Nei prossimi giorni non sono escluse sorprese, la Procura di Parma ha chiesto un prolungamento delle indagini e non si escludono possibili nuovi avvisi di garanzia per i diretti interessati.

 

 

 

Leave a Reply