#Premier: City primo stop: all’Etihad finisce 2-1 per il West Ham

west ham

Dopo Liverpool ed Arsenal, il West Ham fa il colpaccio anche all’Etihad Stadium, sconfiggendo per 1-2 il Manchester City, fino ad ora a punteggio pieno, senza ancora aver subito reti. Primo tempo da dimenticare per l’undici di Pellegrini, che complice gli errori difensivi, si ritrova a dover recuperare due reti. Ottimo invece il West Ham, che pur essendo meno spettacolare del match di lunedì scorso, si dimostra una squadra ostica per tutti, sopratutto in trasferta quando può sfruttare al massimo le qualità dei propri giocatori offensivi.

Pellegrini recupera Aguero, ma perde Silva nella rifinitura e manda in campo De Bruyne dal primo minuto. Per il West Ham invece, tutto confermato dopo l’ottima prova contro il Newcastle. Unico cambio è Adrian che torna in porta al posto di Randolph.

Inizio shock per il City che al 6′ si ritrova già sotto: Moses al limite da solo, ha tutto il tempo per controllare e sparare un rasoterra imprendibile per Hart. La reazione del City non si fa attendere e già all’8 Aguero si crea un’occasione superando Adrian in uscita, ma tirando fuori a porta vuota. Il West Ham però è cinico e alla seconda occasione punisce. Ancora errore della difesa del City, che dopo il colpo di testa di Reid, da calcio d’angolo, rimane immobile lasciando solo Sakho che può battere per la seconda volta Hart. Il City è frastornato ma tenta di rientrare in gara al 40′ quando Aguero riceve il cross basso di Sagna e di tacco tenta di beffare sul primo Adrian, che invece è attento e salva. Proprio nell’ultimo minuto di recupero arriva l’1-2. Lo firma De Bruyne che con un potente rasoterra dal limite non da scampo ad Adrian. Nella ripresa è tiro al bersaglio da parte dei Citizens che fanno di tutto per raggiungere il pareggio. Yaya Touré ci prova in tutti i modi. Al 47′ con un rasoterra che esce fuori di poco, al 55′ con uno sfondamento centrale sul quale Adrian però è provvidenziale e al 68′ con un tiro a botta sicura sul quale il monumentale Reid si immola mandandolo in angolo. Il West Ham non riparte mai e si difende come può. Gli uomini di Pellegrini mettono le tende in area degli Hammers,  all’85 è ancora Adrian a salvare il West Ham su un colpo di testa pericolosissimo di Otamendi. Arriva così il primo passo falso della capolista. Continua invece l’ottimo campionato del West Ham che sembra aver trovato continuità.

Leave a Reply