Europa League, Lazio Fiorentina e Napoli vogliono arrivare in fondo

logo-europa-league-600x350

Si comincia con l’Europa League per la stagione 2015/2016 con le squadre italiane che hanno buone possibilità di essere protagoniste.
Il Napoli vuole cancellare la delusione dell’anno scorso, quando era uscito in semifinale con un Dnipro tutt’altro che irresistibile e sconfitto in finale dal Siviglia. Il girone non sembra essere dei più complicati, con Brugge Legia e Herning che dovrebbero essere formazioni battibili nonostante l’esperienza.
A Sarri il compito di tentare l’impresa.
La Fiorentina, invece, comincia stasera contro il Basilea, ovvero, sulla carta, la rivale principale per il primo posto nel girone completato da Lech Poznan e Belenenses. I polacchi potrebbero creare qualche grattacapo ai viola, con i portoghesi possibile cenerentola del gruppo e pronto a sfruttare il fattore entusiasmo. Paulo Sousa inizia col suo recente passato, capace di conseguire 8 vittorie su 8 in campionato: a Kalinic, Ilicic e Bernardeschi il dovere di provare a intimorire i campioni di Svizzera.
La Lazio, infine, è inserita nel girone più ostico della competizione: Dnipro, Rosenborg e Saint Etienne saranno avversari che si giocheranno la qualificazione fino alla fine. Norvegesi e francesi partono un gradino sotto secondo i pronostici, ma guai a sottovalutare squadre con una buona organizzazione e capacità offensiva. I biancocelesti di Pioli partiranno questa sera contro il Dnipro in terra Ucraina: occhi su Milinkovic-Savic e sulla sua fantasia.
Europa League al via quindi, con un occhio alle italiane.

Leave a Reply